ULTIM'ORA

OK al Conte-bis: ora ultime consultazioni per l’incarico!

PD INSISTE CON NO A CONTE E CHIEDE A M5S DI CHIUDERE CON LEGA

di Romana Collina - Il -bis ormai è a un passo tra M5s e Pd. E’ in corso un vertice notturno tra le due dezioni, una con il leader Dem, Nicola Zingaretti, e il vicesegreio Andrea Orlando e l’altra con il segreio M5s, Luigi Di Maio e il er, Giuseppe .

Nel pomeriggio c’è stato un primo incontro locutorio tra Zingaretti e Di Maio. Fonti del MoVimento sottolineano che “si va verso il bis”. Zingaretti, dopo aver ascoltato Di Maio, infatti, si saree recato al Nazareno per un ulteriore confronto con i suoi.

“Credo che siamo sulla strada giusta. Avevamo chiesto che si partisse su idee e nuti e stasera continueremo ad approfondire, sono ottimista”, ha detto Zingaretti sotto la sede del Pd.

Le consultazioni al Colle si svolgeranno in due giorni. Domani il capo dello Stato sentirà al telefono Giorgio , poi alle 16 riceverà il presidente del Elisabetta Casellati e alle 17 il presidente della Camera Roberto co. A seguire i partiti, con il M5s ultimo gruppo ad essere ascoltato mercoledì alle 19.

A Roma, in un appartamento del centro storico, si è svolta una riunione dei vertici dei Cinque stelle per decidere sul governo. All’incontro Luigi Di Maio che è stato a Palazzo Chigi prima di dirigersi all’appuntamento, i capigruppo Francesco D’Uva e Stefano Patuanelli e gli altri esponenti di spicco del Movimento. E martedì alle 19, a quanto si apprende, si terrà l’assemblea congiunta dei gruppi M5S.

I capigruppo Pd Andrea Marcucci e Graziano Delrio sono stati al Nazareno per un incontro con il segreio Nicola Zingaretti. “Non ci sono veti, vogliamo parlare di nuti”, ha risposto Marcucci all’uscita dal sull’ipotesi di er di un governo M5s-Pd.

La direzione nazionale del Partito Democratico è stata convocata dal presidente del partito, Paolo Gentiloni, sempre per martedì alle 18. All’ordine del giorno, la “ di Governo” e varie ed eventuali.

“Sono e rimango convinto che serva un governo per questo paese, un governo di svolta”, afferma il segreio del Pd Nicola Zingaretti. “Voglio difendere l’Italia dai rischi che corre – ha aggiunto il segreio -, che vuol dire anche difendere le idee, la dignità i valori e la forza del Pd. Bisogna ascolsi a vicenda, le ragioni degli uni e degli altri e mi auguro che nelle pme ore ci sia la possibilità di farlo, nora non era avvenuto”. Servono “elementi di discontinuità sia sui nuti sia su una squadra da costruire”, ribadisce Zingaretti.

“Adesso la di governo è nelle mani dei segrei di partito. Io come tutti auspico che prevalgano la saggezza e la responsabilità, da parte di tutti. Dire ‘prima gli italiani’ oggi signica dire: mettiamo a posto i conti e garantiamo un governo”: scrive Matteo Renzi nella sua e-news.

Intanto Matteo Salvini va all’attacco: ‘Vince il partito delle poltrone’

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply