ULTIM'ORA

NYT svela tutto: gli Ufo esistono, il Pentagono lo sa!

hqdefault

di Italo Lamela – Il Pentagono per la prima volta accetta l’esistenza degli Ufo, svelando un progetto per indagare sul possibile contatto con gli alieni.
Inaugurato nel 2007, il programma fu bloccato nel 2012, ma secondo molti saree ancora operativo e alcuni dipendenti del seero studiando degli avvistamenti avvenuti in ambito milie.

Svela il New York Times, secondo cui saree iniziato dopo che 2 ufciali statunitensi nel 2004 affermarono di aver avuto un contatto con gli alieni…
Il ndante David Fravor ed il tenente ndante Jim Slaight stavano pattugliando le acque del Pacico, quando i radar registrarono la presenza di “oggetti volanti che apparivano all’improvviso ad 80.000 piedi di altezza, si tuffavano in direzione dell’oceano e poi si fermavano d’un tratto all’altezza di 20.000 piedi. Quindi, come erano apparsi, vano”.

I caccia mandati in perlustrazione , arrivati nel punto indicato dal radar, videro le onde dell’Oceano incresparsi come se l’acqua stesse bollendo. Fravor ha ricordato che in quel momento vide “a 50 piedi dal pelo dell’acqua un mezzo volante, biancastro, o e lungo una quarantina di piedi”.
Il disco si avvicinò, cercando un contatto, poi sparì “con un’accelerazione mai vista”.

Il racconto dell’episodio nì nei le di “Advanced Aerospace Threat Identication Program” del Dipartimento alla difesa, costato al 22 milioni di dollari. Alla guida del progetto fu messo Luis Elizondo, responsabile dell’intelligence milie americana, con un ufcio al quinto piano dell’Anello C del Pentagono.

Per anni gli esperti del programma hanno analizzato i fenomeni riguardanti oggetti non identicati, ma nel 2012 è stato denitivamente chiuso.
“… c’erano altre e più alte priorità che meritavano di essere nanziate e fu nel migliore esse del dipartimento della Difesa fare un cambiamento” racconta al ‘New York Times’ Thomas Crosson, portavoce del Pentagono.