ULTIM'ORA

Nuovo contratto, ha vinto Sarri: faccia anche il mercato.

sarri-napoli

di Paolo Paoletti - Appuntamento lunedi o martedi: Sarri è pronto a sedersi al tavolo, ?
Certamente il deve conferamre l’allenatore, vero artefice della stagione. Il punto è a quali condizioni…
Di certo Sarri vuole cambiare l’impostazione del rap: basta con i rinnovi unilaterali, basta con le continue prove: serve fiducia e puntare sul tecnico se vuole veramente un programma di crescita.
Sarri è stata una rivene. Il cinepresidente ha avuto culo, come dice della ntus.
Nessuno accreditava Maurizio del lavoro così ben fatto e sopratutto di questa classifica.
Il secondo posto può solo perderlo il , ma saree un suicidio ‘riuscirci’ contro il Frosinone, ultima giornata, festa grande al San Paolo tutto esaurito.
Quindi addio al vecchio contratto, accettato perchè valeva bene una messa, punto e a capo.
Sarri chiede un contratto pluriennale: meglio 3 anni. C’è l’ok a 2, con l’opzione per la società sul terzo.
Sarri chiede una gratificazione economica: 700.000 euro oggi fanno ridere se tutti i tecnici che guadagnano 3 volte tanto stanno sotto.
offre a 1,8…s’incontreranno a metà sui 2,5 di Sarri.
Sarri chiederà di ufficializzare gli obiettivi: vuole giocarsi la Champions che non ha mai disputato. E quindi sugli obiettivi sarà necessario fare un all’altezza.
Via Albiol, difficile tenere tutti gli altri, a cominciare da Higuain, bisognerà vendere e ricomprare.
Valigia pronta per Strinic, Valdifiori, Gaiadini, Gabriel e Rafael i due portieri di riserva, David Lopez, Chaloba.
In forse Cacheres. Dui su Grassi, nessuno su Regini.
Dieci, 11 giocatori in uscita: eredità folle dello scorso anno, quando voleva un regista subito bocciato ed a gennaio un mediano mai entrato in campo.
Si mettesse da parte e adesso facesse fare Sarri, che dovrà emanciparsi dalla dimensione o Sampdoria.
Per Champions e lotta servono 4 top players: un centrale difensivo, un esterno di sinistra, un trequartista per cambiare agevolmente modulo, un attaccante per il 4-4-2.
Poi una panclhina all’altezza, per poter giocare con 16-18 elementi senza differenze di qualità e rendimento.
Se Sarri otterrà tutto questo, avrà la vera chanches di dimostrare quanto vale.
Diversamente sarà una di Pirro.