ULTIM'ORA

Non è più Mondiale: Brasile a casa, processo O’ Ney!

Quarter Final Brazil vs Belgium

di Paolo Paoletti - Il Brasile è fuori dal . Neymar sotto processo!
La favorita del torna a casa. Non è più essendo rimaste in Russia solo squadre europee!!!
Belgio e si giocheranno la nale sderanno, novità assoluta.

Tite paga dazio: tutto il Brasile gli è contro e contro il Menino che a parere della stampa brasiliana andava addirittura sostituito!
Altro tema a caldo è la Var: è possibile che ci sia stato errore su Gabriel Jesus che viene colpito sulla gamba destra. E la palla non è ancora uscita dal campo!

Con l’einazione di Uruguay e Brasile – dopo l’Argentina – tutte le big del sudamerica hanno fallito. Una catastrofe che conferma la supremazia del calcio europeo e della . Il Brasile sbaglia da 12 anni e non si è ancora ripreso dal disastro contro la nel 2010 in casa.

Conta poco che con la gestione Tite, la Seleçao sembrava aver ritrovato il meglio di sè. I risultati bocciano i verdeoro anche in questo . Ormai una condizione cronica.

NOTE DI CRONACA. La strategia di Martinez di colpire il Brasile in ripartenza ha dato i frutti sperati, anche e soprattutto per l’assenza di Casemiro, che si è rivelata decisiva. La mediana verdeoro guidata da Fernandinho, infatti, è stata bucata con estrema facilità dalla batteria di trequartisti del Belgio, che hanno trovato campo aperto durante tutto il primo tempo. 2-0 al 45′ rmato da un autogol di Fernandinho, tutt’altro che in serata di grazia, e De Bruyne e giochi già virtualmente chiusi. Nel secondo tempo, però, il Brasile torna in campo con ben altro piglio e, complice un evidente calo sico del Belgio, riesce ad arrembare la metà campo di Hazar e compagni lamentando anche la mancata concessione di un calcio di rigore su Gabriel Jesus. A dare la svolta è l’ingresso in campo di Renato Augusto, che riapre la partita e sora anche la rete del 2-2. Pareggio solo accarezzato anche da Neymar, che proprio allo scadere prova a salvare il suo e la serata nera del Brasile con una pennellata dal ite dell’area. La palla è diretta all’incrocio dei pali ma Courtois compie un vero e proprio miracolo, andando ad alzare il destro dell’attaccante del PSG oltre la traversa. La spedizione brasiliana si ferma ai quarti contro un Belgio eccezionale, capace di imporsi sull’avversario più dif e ora lanciatissimo verso la seminale con la , che sarà l’ennesimo esame di maturità per questa squadra da sempre in cerca della denitiva consacrazione.

VOTI DECISIVI

Hazard 7,5. Irrefreabile! Wagner impazzisce, poi nel secondo tempo tiene palloni che valgono oro, prende falli, apre il campo per i compagni. Capitano leader.
De Bruyne 7,5. Strappa sempre in verticale. Parte centralmente in e lavora per tre: difende, imposta, segna: il suo 2-0 determina la vittoria.
Lukaku 7,5. Un tempo da top player, devasta in progressione palla al piede. Suo l’assist a De Bruyne nel 2-0, sicamente a posto.

Neymar 4,5. Bocciato come e CR7. Un fantasma per un’ora, da qualche segno di vita nell’ultima parte: troppo poco, troppo tardi.
Fernandinho 4. Sostituisce malissimo Casemiro. Il suo autogol orienta la gara. Inutile sia in impostazione, sia in difesa.
Douglas Costa 6,5. Entra al 58′: qualche accelerazione che crea difcoltà. Impegna Courtois due volte, fa soffrire Vertonghen.
Gabriel Jesus 4. Sempre spalle alla porta non arriva mai alla conclusione. Centravanti del Brasile chiude il con zero gol.

TABELLINO. BRASILE-BELGIO 1-2
Brasile (4-2-3-1): Alisson 6; Fagner 5, Thiago Silva 5,5, Miranda 6, Marcelo 6; Fernandinho 4, Paulinho 5 (28′ st Renato Augusto 7); Willian 5 (1′ st rmino 5,5), Coutinho 5, Neymar 4,5; Gabriel Jesus 4 (13′ st Douglas Costa 6,5).
A disposizione.: Ederson, Cassio, Pedro Geromel, Casemiro, lipe Luis, Marquinhos, Danilo, Fred, Taison.
Allenatore: Tite 4,5

Belgio (3-4-3): Courtois 7; Alderweireld 7, Kompany 7, Vertonghen 6; Meunier 7, Fellaini 7,5, Witsel 7, Chadli 7 (38′ st Vermaelen sv); De Bruyne 7,5, Lukaku 7,5 (42′ st Tielemans sv), E. Hazard 7,5.
A disposizione: Mignolet, Casteels, Carrasco, , T. Hazard, Januzaj, Dembélé, Boyata, Batshuayi, Dendoncker.
Allenatore: Martinez 7,5

: Mazic (Serbia)
Marcatori: 13′ aut. Fernandinho (Bra), 31′ De Bruyne (Bel), 31′ st Renato Augusto (Bra)
Ammoniti: Alderweireld, Meunier (Bel); Fernandinho, Fagner (Bra)

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply