ULTIM'ORA

Neymar al Barça, imbroglio del siglo: il Santos racconta…

neymar3_gettyimages

di Oscar Piovesan - A 15 giorni del Mondiale brasiliano in cui Neymar è la principale icona della Seleçao, esplodono i retroscena di mala nel trasferimento del meninho de ouro.
Prima accuse di frode scale al , che lo avrebbe pagato 97 milioni di euro invece dei 57 dichiarati, e del presidente Sandro Rosell a gennaio.
Ora Luis Alvaro, ex presidente del Santos, svela a Espn Brasil: “Neymar è un ragazzo per bene, ma suo padre è un bugiardo che pensa solo ai soldi. Per darvi un’idea, aveva preteso una clausola con cui il avrebbe dovuto pagare i biglietti in prima classe per lui e due in seconda per i suoi assistenti per andare a vedere Neymar quando giocava in trasferta, non importava che si trattasse del o del torneo paulista. Guadagnava 1,3 milioni di dollari al mese, aveva uno yacht di 70 piedi e due case sulla costa di . Nei 90 milioni erano inclusi i caffè del padre di Neymar e un’orgia all’Hotel Piccadilly a Londra. Il padre di Neymar non pagava mai niente, nemmeno i caffè, io ho pagato tutti i duecento che abbiamo preso insieme e un aereo per andare a Florianopolis a vedere il ”.