ULTIM'ORA

Nazionale, top tv: 134 mln fino al 2018: +10% grazie a Conte.

conte-italia_1

di Nina Mamdonna - L’ è l’, anche per la tv! E l’effetto Conte ha prevalso anche sui risultati non proprio esaltanti. In aumento il fatturato per il nuovo contratto tv della Nazionale: 134 milioni per i 4 anni 2015-18, 13,5 milioni più oltre il10% sul precedente (120,5). E nonostante meno amichevoli (da 22 a 18). Un risultato sopratutto di Michele Uva che asseconda l’interesse della Rai a trasmettere le partite dell’ che con Sanremo sono il top-audience e per la vendita degli spot pubblicii.

ASCOLTI. Ci sono dati che spiegano inequivocabilmente l’appeal tv. Prendiamo l’audience media degli 4 anni (quella degli anni pari è più alta perché ci sono Mondiali ed Europei): 6,9 milioni (2011); 11,2 milioni (2012); 7,6 milioni (2013) e 9,1 milioni (2014), con un’audience media che può arrivare al 45%. E con vertici tipo -Germania, semifinale di Euro 2012, da 20 milioni di tele (ma anche -Uruguay in ha fatto 16 milioni con il 68% di share). Non è difficile parlare di affare reciproco.

74 e RAI 60. La cifra finale, 134 milioni, va però spiegata: si compone di due voci, 74 e 60 milioni.
1) Intanto per la prima volta non paga soltanto la Rai, che anzi risparmia: l’ organizza le qualificazioni a Euro e centralizzando i diritti tv; alla darà 74 milioni per i prossimi 4 anni.
2) Con la Rai sarà chiuso un contratto ‘a valorizzazione’: nel senso che i 60 milioni sul piatto sono il massimo; dipenderà poi dalla organizzare amichevoli di prima fascia per raggiungere il top. Pianificando fin da subito il calendario.

NO . In realtà la pianificazione è cominciata e riguarderà anche giovanili e Under 21. -Inghilterra è la prima amichevole, il 31 . Il 16 giugno si prosegue con gallo-, sfida da 5 milioni (di cui 2,5 già contrattualizzati): non più Doha, , perché non ha più senso tese uno stadio «raffreddato», visto che si gioca d’inverno. Si giocherà tra Londra, Parigi, Ginevra e Bruxelles. Poi a novembre, toccando ferro per eventuali playoff, due date libere: si parla di una tournée. A 2016 (il 26 e il 29) doppia grande sfida contro Spagna e Francia. Sul taccuino federale anche Germania e .