ULTIM'ORA

Vittoria di testa: Montella pivello, DeLa gongola.

C_29_articolo_1063269_upiImgPrincipaleOriz

di Paolo Paoletti – Il Napoli ha vinto bene. La Fiorentina non c’era. Il Napoli ha ritrovato il gol di Callejon e confermato Mertens miglior azzurro. La Fiorentina non ha mai impensierito, con uno stantio palleggio a centrocampo e clamorosi errori difensivi.
Benitez ha schierato il Napoli titolare, Montella un turn over eccessivo e dannosissimo: fuori G.Rodriguez, Tomovic, Aquilani, , Mati Fernandez, Diamanti…

Napoli-Fiorentina 3-0: decidono Mertens al 23′ pt, Hamsik al 26′ e Callejon al 43′ st.
Vittoria senza dubbi, meritata, voluta.
Merito anche di De Laurentis che sull’orlo del baratro ha spinto tutti ad una reazione che c’è stata.
Il Napoli ha dominato una Fiorentina mai in partita, Benitez perde la lingua (silenzio stampa annunciato) ritrova il successo in campionato dopo 48 giorni, ritrovando il quarto posto in attesa di Milan-Samp.
Il gol-fantasma di Higuain (37′ pt), è un errore nettissimo di Damato e degli di porta: Che cosa vedono?
Traversa, palla dentro che rimbalza fuori, nessuno se n’è accorto. Incredibile.

Come il gol mangiato nel secondo tempo dallo stesso Higuain, lanciato a tu per tu con Neto da un liscio da ufficio inchiesta di Savic…
Gonzalo tentenna, s’allunga il pallone tentando di aggirare il portiere, poi crossa altro per Maggio e l’azione sfuma, mentre fuma la rabbia dei !

Il risultato mette a tacere tutto il marcio che c’è nel Napoli, fino a quando.
La vittoria porta gli azzurri nelle migliori condizioni mentali per la sfida di andata col Wolsfburg che in Bunde, ha vinto 2-0 in trasferta ad Amburgo dove gioca Berhami.

PARTITA. Solo Napoli, solo il Napoli. Della Fiorentina nessuna traccia, ancora con la testa al ko di Coppa Italia, ciclone bianconero passato dal Franchi.
Higuain e compagni, schiumavano di rabbia contro De Laurentis e il falento campionato con 2 punti nelle ultime 5 partite.
Sarà finito il sonno di primavera? Aprile non è stato affatto dolce fin qui, tranne le Viole.
L’1-0 è un colpo di Mertens: dal ite a giro col tiro nel paletto lontano. Il belga ringrazi Richards, si capisce perchè ha giocato pochissimo.
Poi al 37′ il gol-non gol di Higuain: bomba sotto la traversa, rimbalzo oltre la linea, effetto a uscire e in campo del pallone. Il quinto uomo (dietro la porta a due passi) non vede. L’occhio di falco ci sarà in finale di Coppa Italia: assurdo. Ne esce male sopratutto !
Altre quattro palle-gol per il Napoli, in 45′ spiegano la superiorità totale: ritmi di gioco collettivi, sacrificio di Higuain e Gabbiadini, l’onda di Mertens e Callejon, la gabbia che imprigiona Salah…
Fiorentina inguardabile, Montella se la dica questa cosa: così non va da nessuna parte, evidentemente non è pronto per un grande club e con lui la Viola non lo diventerà.
Ilicic falso centravanti è una boutade. Salah non fa niente per merisi menzioni.

Montella prova a cambiare: fuori Ilicic per Gomez, vero centravanti solo di ruolo; fuori Vargas per il più offensivo Joaquin che non offende mai….solletico per la difesa azzurra, ben protetta sopratutto da Gargano ovunque.

Al 21′ si arriva al ridicolo: Savic buca il rinvio e Higuain vola solo verso Neto. Litiga col pallone e con l’idea di aggirare il portiere. Il San Paolo è sbigottito.
Per il Pipita, un gol negato ed uno mangiatissimo. Che ha nella testa il Pipita?
Prima di uscire festeggia il 2-0 al 26′ di Hamsik appena entrato per Gabbiadini, su assist si Callejon. Partita chiusa.

Nel finale Borja Valero al 42′ distrugge anche l’illusione del 2-1. E subito dopo, Insigne impacchetta per Callejon il 3-0, mentre la difesa gigliata resta a guardare.

Che figuraccia per Montella, che trova consolazione abbracciando Higuain.

.
Albiol 6,5. Padrone della difesa ben sorretto dal reparto. Strinic, tra questi, azzera il talento di Salah.
Lopez 6,5. Con Gargano sono la coppia migliore: frenano il palleggio, lento, d+punto fermo del gioco di Montella.
Callejon 7. Resascita dopo mesi: l’assist per Hamsik è un pezzo di bravura. Nel finale ritrova il gol.
Hamsik 7. E’ stata la settimana della ‘rottura’ con Benitez. Dalla panchina al campo, fa subito gol. Appiccando altro fuoco…
Mertens 7,5. E’ il più in palla: primo tempo perfetto, gol fondamentale. Nella ripresa si dedica al gruppo.
Higuain 5. Un gran destro da gol non visto: un’occasione che avrebbe sfruttao anche un bambino. C’è molto che non va in Higuain, sopratutto la classifica dei goledor che lo vede dietro Tevez (17), Icardi e Menez 16, Tony 15, appaiato perfino da Dybala a 13…

TABELLINO. NAPOLI-FIORENTINA 3-0
Napoli (4-2-3-1): Andujar 6,5; Maggio 6, Albiol 6,5, Koulibaly 6, Strinic 6,5; Gargano 6,5, Lopez 6,5; Callejon 7, Gabbiadini 6,5 (18′ st Hamsik 7), Mertens 7,5 (36′ st Zua sv); Higuain 6,5 (30′ st Insigne 6,5). A disp. Rel, Mesto, Henrique, Britos, Jorginho, Ghoulam, Inler, Zapata, De Guzman. All. Benitez 7
Fiorentina (4-3-3): Neto 6; Richards 5, Savic 5, Basanta 6, Pasqual 5,5; Kurtic 5,5, Badelj 5 (24′ st Pizarro 5), Borja Valero 6; Salah 5,5, Ilicic 5 (1′ st Gomez 5), Vargas 5 (13′ st Joaquin 5,5). A disp. Rosati, G. Rodriguez, Tomovic, Aquilani, Rosi, , Mati Fernandez, Diamanti, Gilardino. All. Montella 5

: Damato 4.
Marcatori: 23′ Mertens (N), 26′ st Hamsik (N), 43′ st Callejon (N)
Ammoniti: Koulibay, Strinic, Lopez (N), Vargas (F)