ULTIM'ORA

Napoli, tutta colpa della difesa: così in Italia non si vince!

url-19

di Paolo Jr Paoletti - Alle fesserie della difesa tutti ormai sono abituati, tallone d’Achille del Napoli: quindi salta all’occhio che nelle ultime 2 partite zero gol subiti… non accadeva da dicembre, contro Cagliari e .

Da allora almeno 1 gol subito, in 33, più gol incassati che partite giocate!

Il Napoli ha la terza difesa della serie A, così non si vince niente. Infatti la classifica premia le difese meno battute: solo 20 reti incassate, Roma seconda miglior difesa a 27. Dopo il Napoli, la quarta con 36 gol, uno in più di Atalanta e Milan che seguono in classifica. In vince chi prende meno gol.

Nelle ultime 4 giornate gli azzurri ne hanno subiti 6, solo a Empoli 3 nella stessa gara.
Per 13 gol subiti nel , come dopo 13 giornate dell’andata.

Sarri sa che è la difesa il deficit da colmare per giocare con la . Ma fu proprio lui a bocciare la rivoluzione di Giuntoli. Chi paga se si fallirà il secondo posto?
Dica “trentatrè” Maurizio ha guarito tanti mali azzurri, non quelli in retroguardia dove nasce.
Proprio come che diede il via alla trazione anteriore con il rombo d’ e nonostante l’ottava miglior difesa nella del Napoli dopo 32 di , la squadra è rimasta allo stesso punto del primo anno di Rafa: 33 gol incassati.

Rispetto ad un anno fa, il rendimento difensivo è peggiorato: +6 le reti subite. Tra alti e bassi fu la quarta migliore della del Napoli.
Male antico perchè negli ultimi anni, a parte Sarri l’anno scorso, solo ha fatto meglio, incassando 30 gol nel 2010/11 e 2012/13.

In 10 gare il Napoli non ha subito reti e c’era sempre Koulibaly in campo. Il senegalese è quello che gioca di più (2.022’) seguito da Albiol (1.847’), Chiriches (944’), Maksimovic (677’) e Tonelli (270’).

Se fosse per i numeri, Sarri potrebbe dormire sonni tranquilli, subisce 3/4 tiri a partita. Ma i gol presi sono troppi, vanificando il miglior nella del Napoli con 75 reti.

La miglior difesa dopo 32 gare resta quella del 66/67 con Bandoni portiere: solo 22 reti, seguita dal 65/66 con 25 gol quando arrivò terzo.