ULTIM'ORA

Napoli, tanti soldi niente Top: DeLa si paga 5,5mln netti!

presentazione calendari serie A stagione 2012-2013

di Nino Campa - Il Napoli si avvia a chiudere il 9° o consecutivo in utile, nonostante l’einazione dai preinari Champions ad .
Pochi club in sono ai livelli del Napoli per risultati finanziari: al 30 giugno 2014, l’utile si aggirava intorno ai 20 mln di euro.
Enorme passo in avanti rispetto agli 8 mln del 2013, ma diretto riscontro negativo di una campagna mediocre.

E’ chiaro quindi il rapporto tra utili di o e impoverimento tecnico della squadra.
I numeri positivi dei conti, infatti, sono determinati dalla maxi plusvalenza della cessione al Psg per 64.399.084 euro, a un valore di produzione con un incremento netto del 56% rispetto al 2013.
Nel dettaglio:
- le plusvalenze da cessione dei diritti pluriennali alle prestazioni dei calciatori hanno segnato una crescita del 119%;
- i proventi da cessioni diritti tv (Campionato, Coppa e amichevoli) un incremento del 3%;
- gli altri ricavi e proventi diversi una crescita del 67%;
- i proventi rivenienti dalle competizioni (ricavi da gara e diritti tv), grazie alla partecipazione alla Champions, hanno registrato un incremento di circa il 500%;
- i ricavi da gare in casa (Campionato, Coppa e amichevoli) l’incremento del 10%.

Sula rosa i numeri negativi: ricavi da cessione temporanea dei calciatori in decremento del 43%;
Che hanno influito anche sui proventi commerciali e royalties, e i proventi da sponsorizzazioni in calo del 2% circa.

In contrasto con le aspettative dei si che hanno finanziato i ricavi da vendita di biglietti e abbonamenti in aumento del 43% circa.

IN generale la composizione dei ricavi è determinata dai diritti tv:
- 104,9 milioni, in crescita di 39,5 milioni rispetto al 30 giugno 2013.
Non ci sono con le banche e il patrimonio netto è di 72.316.563 euro.

Situazione florida di cui ha goduto e la sua famiglia, visto che il Cda si è messo in tasca la bellezza di 5.512.500 netti. E incassati subito a chiusura ma niente campoionio.