ULTIM'ORA

Napoli, prove di supersfida: con Juve gara verità!

C_29_fotogallery_1023006__ImageGallery__imageGalleryItem_0_image

di Paolo Paoletti - batte 3-0: Insigne e doppio Milik!
Partita a senso unico al : prova facile degli azzurri in preparazione al big match di sabato contro la Juve.

Tutto facile per il e facilitato dal che scende in campo così timoroso da regalare a Insigne il vantaggio dopo appena qualche minuto!
che si mette subito tranquillo: battendo il , inla la terza vittoria consecutiva in .
Gara che fa ben sperare in vista della supersda alla Juve.

Passano 4′ ed è già 1-0: rma Insigne, al quinto centro.
Dominio assoluto della squadra di Ancelotti, che raddoppia al 2′ della ripresa con Milik servito da Insigne.
E lo stesso polacco chiude la gara a 5′ dalla ne segnando il terzo .

I dribling triplicati rispetto alla scorso anno è il dato di novità, che assegna ai giocatori più libertà rispetto al binario a memoria e vincente di Sarri.
Certo, Ancelotti sta usufruendo della vena di Insigne che segna 5 in 6 partite, miglior partenza in carriera.
Al record con 18 reti 2 anni fa, adesso Carlo pareggia il conto con Sarri che aveva inventato Mertens centravanti con 6 nelle prime 5 giornate.

La verità è che Mertens e Milik sono partiti male, altrimenti Lorenzo avrebbe addirittura rischiato il posto.
Anche se Ancelotti ha sempre riconosciuto che Insigne è il giocatore con migliore visione di gioco a ridosso dell’area di rigore.

Il ha cambiato modo di difendere dalla partita con la orentina. Ancelotti si è reso conto che c’era bisogno di maggior compattezza ed è passato al 4-4-2, modulo di semplice interpretazione, che da copertura ed equio alla squadra.

Maxi turnover per Ancelotti, che ne cambia 9 rispetto all’undici titolare con il Toro.
Tra i pali c’è Karnezis e non Ospina. Esordio in per Malcuit, che sostituisce Hysaj. Nel centrocampo a quattro, esordio al di Fabian Ruiz dopo la League a Belgrado. Lo spagnolo gioca esterno destro.

In avanti torna Milik – in panchina contro i granata – al anco di Insigne.
S’attende che formazione sceglierà Ancelotti nel primo vero impegno di contro la prima in classica, campione in carica da 7 anni, squadra che schiera il miglior giocatore del Mondo con !

Aspettiamo qualche giorno!

TABELLINO. - 3-0
(4-4-2): Karnezis; Malcuit, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui; Fabian Ruiz, Allan, Diawara, Zielinski (31′ st Verdi); Insigne (23′ st Mertens), Milik (40′ st Ounas).
A disposizione: D’Andrea, Ospina, Callejon, Luperto, , Hysaj, Rog, Albiol.
Allenatore: Ancelotti.

(4-3-3): Sepe; Iacoponi, Alves, Gagliolo, Gobbi; Deiola, Stulac, lla’; Ciciretti (16′ st Siligardi), Inglese (20′ st Ceravolo), Di Gaudio (33′ st Sprocati).
A disposizione: Frattali, Bagheria, Dimarco, Da Cruz, Sierralta, Gazzola, Gervinho, Rigoni, Bastoni.
Allenatore: D’Aversa.

Arbitro: Doveri
Marcatori: 4′ Insigne, 2′ st, 39′ st Milik
Ammoniti: Stulac, Bruno Alves, llà (P)

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply