ULTIM'ORA

Napoli, via alla guerra scudetto. Esame per DeLa…

Giuntoli-De-Laurentiis-Sarri

di Paolo Paoletti - Il e lo scudetto, tutta Italia s’interroga: Arrigo Sacchi ha fatto noe che lo rasa azzurra è inferiore alle concorrenti. Inter, Roma, Juventus nell’ordine. Non sono d’accordo sulla fiorentina che non è candidabile proprio per l’esiguità di alternative valide.
o , del quale ho profonda stima, accetta la sfida girandola a De Laurentis: il può vincere a condizione che…

Le condizioni sono: 1.controllo sulla vita privata dei giocatori; 2. peso politico del club con gli arbitri; 3. scegliere tra League e campionato;
4. 3 acquisti di livello; 5 contratti a Sarri e .
Tra gennaio e marzo De Laurentis può decidere lo scudetto. Servono alternative di livello per Hamsik e Allan, un difensore centrale mancino, un attaccante che segni di testa nelle mischie in area che sempre più gli avversari proporranno al . Non sarebbe male che tra i 3 nuovi c fosse uno specialista delle palle inattive: quanti gol scudetto ha segnato Pirlo? quante partite ha risolto Pjanic con una punizione?
De Laurentis ha il destino del nelle mani: decida se vuole vincere oppure no!

SARRI. Sarri ha un contratto di 1 anno con opzione per il secondo. Gli accordi pluriennali a incremento progressivo del non contano niente in Lega.
Il contratto del tecnico va fissato subito almeno al doppio dello stipendio adesso percepito. Ovvero oltre 1,5mln netti. E sarebbe comunque una fortuna.
Oggi molti vorrebbero Maurizio Sarri, ma siccome lui non è un fesso capitalizzerà a il suo grande lavoro.

. Attenti all’art.17, peserà. Gonzalo vuole essere il giocatore più pagato della serie A. De Rossi prende 6,5 mln l’anno, De Laurentis si metta in testa che questi sono i soldi da spendere senza fare chiacchiere. Gonzalo punta alla classifica cannonieri e sogna lo scudetto, per riprendersi dalla delusioni dei due anni passati. Va pagato e trattenuto con una squadra da Champions.

SCUDETTO. E’ diffi, non impossibile. Molto dipenderà da come De Laurentis saprà farsi sentire negli ambienti che contano. I rigori non dati fin qui potevano essere un alibi, adesso diventino merce di scambio. Nel girone di ritorno, il avrà tutti gli scontri diretti fuori casa. Rizzoli è uno solo, Orsato adesso è fuori gioco, in queste gare serviranno tutti internazionali di avviata carriera. Ci sono gli anche per gli arbitri e chi saprà oriene le scelte di Collina avrà vantaggio.

AMBIENTE. Argomento scottante. La piaggeria non serve, anzi. Da questa settimana cambia tutto con , Mediaset e Gazzetta. Non è un caso che la rosea abbia titolato l’intervento di Sacchi – peraltro rubrica fissa – e il Corriere dello una intervista a o sullo stesso argomento.
Giornali e tv locali smettano di suonare violini e tromboni e facciano il difficil mestiere di raccone la verità, sempre e comunque. Solo così si aiuterà il a vincere.

E’ un campionato irripetibile, senza padroni e troppi pretendenti. Se la Juve dovesse rientrare anche per lo scudetto, sarebbe una vergogna per tutti.
Quindi l’ipotesi è così aperta che solo chi non sa di calcio o pensa a interessi personali sà fuori dalla lotta.
Stavolta l’esame è tutto per De Laurentis!