ULTIM'ORA

Napoli, la regola del tre: 3 gol anche al Bologna!

partita

di Paolo Paoletti - Se la continuerà ad essere così mediocre, la non potrà mai risollevarsi.
E’ la considerazione più utile dopo aver visto -Chievo, Inter-Spal e Bologna-Napoli.

Sarri può strofinarsi le mani: finalmente la squadra può giocare male perchè riesce a vincere lo stesso. Ovviamente contro avversari del livello del Verona, che ne ha beccati 5 anche dalla derelitta Fiorentina, una Atalanta che neanche Gasp stavoltà potrà migliorare e il Bologna davvero da schiaffi.

Perde 3-0 dopo buoni 60′, almeno 2 occasionissime gol (punizione di Verde e sinistro di Di Francesco) salvate da Reina, l’arroganza di Pulgar il quale prima spara alle stelle una punizione che doveva tirare Verde e poi manda in gol Mertens…

Donadoni non potrà mai essere un grande tecnico se i giocatori fanno tali errori tecnici, tattici e di personalità, nel caso puntiglio stupido tra giocatori.
A proposito di tecnica la partita è stata mediocre con innumerevoli errori da ambi le parti…
De Maio entrato negli ultimi 20′ ha sbagliato 8 passaggi di seguito: uno così non può giocare nel ‘massimo’ .

Il Napoli ha vinto sopratutto per una migliore condizione fisica determinata dai preinari Champions. Hamsik e depresso, in fase calante, non ha visto palla, Chiriches ha pensato bene di lussarsi una spalla con una entrata inutile.
Ghoulam ha giocato a scarto ridotto, Hysaj quasi non pervenuto..
Il migliore è stato Allan con Callejon che continua ad essere insostituibile, anche perchè il Napoli un sostituo non lo ha, non lo ha comprato, non lo ha cercato.

Mertens è discorso a parte: si è visto la partita per un bel pezzo, però la mezza occasione avuta l’ha trasformata con la solita scaltrezza dopo 30 metri di scatto, rubando palla – regalo – a metà campo.

In ancora anche Zielinsky, al secondo consecutivo, stavolta non decisivo.
Anche il polacco comincia ad essere una benedizione per i compagni e Sarri faree bene a dargli più spazio.
Diversamente gli toccherà smadonnare, come gli è capitato nel primo tempo al Dall’Ara.

Tutto qui, in attesa della trasferta a Donesk. La Champion aspetta!

NOTE. Il Napoli passa 3-0 a Bologna e tiene il passo di e Inter in vetta. complicata molto più di quanto dica il risultato, tenuto in piedi da Reina (super su Verdi e Destro).
Callejon apre le danze di testa al 21′ (colpevole Masina), poi Mertens ruba palla a Pulgar e infila Mirante (38′) prima del tris di Zielinski (43′).

TABELLINO. BOLOGNA-NAPOLI 0-3
Bologna (4-2-3-1): Mirante; Krafth, Helander, Maietta (12′ st De Maio), Masina; Pulgar, Poli; Verdi, (32′ st Petkovic), Di Francesco; Destro (28′ st Krejci). A disp.: Da Costa, Ravaglia, Mbaye, Gonzalez, Nagy, Donsah, Taider, Crisetig, Okwonkwo. All.: Donadoni
Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Chiriches (43′ Albiol), Koulibaly, Ghoulam; Allan, (32′ st Diawara), Hamsik (17′ st Zielinski); Callejon, Mertens, . A disp.: Sepe, Rafael, Maggio, Maksimovic, Mario Rui, Giaccherini, Rog, Ounas, Milik. All.: Sarri
: Giacomelli
Marcatori: 21′ st Callejon, 38′ st Mertens, 43′ st Zielinski
Ammoniti: Helander (B), Pulgar (B), Chiriches (N), Destro (B), (B), Verdi (B)