ULTIM'ORA

Napoli-Juve sfida europea, Rafa promette la Coppa!

benitez_e_conte-300x240

di Nino Campa e Antonella Lamole - “Ho già vinto l’ con Valencia e Chelsea. Farò di tutto per vincerla anche con il Napoli. E’ la mia promessa”. prende un impegno pesante dalle pagine di Indipendent. Ha una curriculum ed una faccia da difendere, sopratutto in Europa e con questa intervista detta una sola condizione a : vincere!

Quanto vale questo Napoli? E’ l’interrogativo lasciato dalla .
Uscire con 12 punti è statorocambolesco ma ci sono circostanze che spiegano tante cose non dette: l’Arsenal aveva a disposizione 3 risultati, anche la sconfitta col minimo scarto. Non era facile per chiedere molto ai suoi giocatori. Oltretutto Ramsey in panchina, il migliore dei Gunners, è stato un segnale esplicito e devastante!
“Uscire con 12 punti significa aver fatto il massimo raccogliendo poco: un duro colpo, ma ci rialzeremo subito. Cosa avremmo potuto fare di più?”.

scivola, questa domanda non la doveva porre. Al Napoli bastava non prendere il secondo a Londra e non perdere 3-1 a Dortmund. Insomma la risposta è bisognava comprare 2 difensori forti a luglio!
Il passato lancia il futuro del Napoli. “Stiamo diventando una buona squadra. Abbiamo battuto l’Arsenal con impegno, passione, intensità. Dimostrando a tutti una grande crescita”.
Non basta, non basterà…
diventa ridicolo quando spara Lamela a gennaio. Il Tottenham ha appena speso 30 milioni, Vilas Boas ha perentoriamente stoppato l’illusione…
Tutti segnali di paura. Paura che se ne vada, che la piazza si rivolga contro, che il campo detti una sonora bocciatura dopo il secondo posto di .

Già, …l’Inter domenica sera a Napoli è un nodo della stagione per entrambe.
E ha fatto di tutto per innescare la bomba delle polemiche con il suo ex tecnico.

Napoli e , la sfida continua anche in Europa.

Barzagli si da coraggio dopo il torto di Istan bul e la delusione per l’addio alla : “C’è amarezza ma il calcio dà semptre altre opportunità. Quindi dobbiamo guardare al futuro”. Già domenica col Sassuolo, ma anche il difensore fissa l’obiettivo : “La finale è a Torino, ma ovunque si giocasse il nostro dovere sarebbe comunque vincere”.

Quanto durerà il fantasma Istanbul? “Il Galatasaray è stato avvanto. Nei 60 minuti non ci sono state occasioni, prendere all’85′ è stato duro”.

Una frustata per la banda di a caccia della settima vittoria consecutiva in campionato. “Il Sassuolo è squadra che sa giocare a calcio – spiega Barzagli – bisogna tiene a distanza la Roma che affronteremo il 5 gennaio. Lo scontro diretto non sarà decisivo ma importante per valutare il valore delle due squadre”.

Il silenzio bianconero non promette nulla di buono… così come le sbruffonate di di .
Andiamo a vedere.