ULTIM'ORA

Napoli-Inter, gioca Insigne: ecco gli 11 titolarissimi!

calciomercato-napoli-insigne-era-stato-proposto-al-barcellona-maxw-654

di Paolo Jr Paoletti - Gioca INSIGNE!
Sarri contro l’ schiera Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, hamsik; , , Insigne.
Smaltito l’affaticamento muscolare, Lorenzo prende rischi ma non vuol mancare la sda primato al San Paolo.
Stadio pienissimo, attesa trepidante, Sarri contro ovvero due modi di vedere il calcio: bello e dispendioso quello azzurro, cinico ed essenziale quello neraqzzurro.
Il derby ha smentito però che l’ non sappia segnare: Icardi si presenta a dopo la tripletta di San Siro, nonostante gli ultimi 2 gol subiti gode della miglior difesa del campionato.
Chi vince grida a voce alta che punterà allo nonostante si sia soltanto al secondo mese di campionato.

- è suggestiva, densa di signicato. Sarri e , imprevedibili sia in campo sia in conferenza stampa. Simboli di serie che in loro si riconoscono. Tra fatti e parole, in un mondo dove il fumo è spesso ciò che vien messo in ventrina.

Sarri si era augurato undici facce di cazzo a Manchester, non proprio quanto visto nei primi 35 minuti; aveva promesso agli isti un gran derby, non ha tradito. Nessuno dei due offre granella per piccioni.

SDA VERITA’. Il parte davanti, forte di un collaudo triennale e di automatismi ormai assimilati. In seconda la l’, solida in curva ma poco performante sui lunghi rettilinei. La macchina di dovrà aggiungere qualche cavallo al motore per non perdere terreno. Ma intanto il desiderio dell’ex giallorosso è quello di presentarsi al San Paolo per giocarsela alla pari. Una volontà chiaramente espressa con quel «Ci siamo dentro no al collo» che è un richiamo alle armi per i suoi uomini. Perché l’ che ha vinto contro orentina, Roma e Milan e che adesso è seconda in classica, non può più nascondersi. Al di là di quello che sarà il risultato. Un messaggio chiaro da parte di , che vuole una presa di coscienza. Il suo modo, un po’ più garbato, di chiedere undici facce di ca…

22 FACCE DI CAZZO. Sarri non cambierà niente, segno di come il tecnico azzurro non sottovaluti la sda.
Anche perché - è una chiamata troppo importante per lo dve mai come quest’anno si avverte la sensazione di poter mente precedere la ntus.
- sarà questo, basta guardarsi allo specchio.