ULTIM'ORA

Napoli, guerra con tifosi polacchi: paghi De Laurentis!

ultras_rissa_public_notizie_66491_350_870_3

di Nino Campa - Napoli-Legia Varsavia è guerriglia. Durante la notte, tifosi napoletani e polacchi sono venuti in contatto a Piazza Garibaldi e nella zona antistante la stazione lo scontro è stato particolarmente violento: bombe carta, mazze di ferro e bastoni.
La guerriglia è stata spenta con fatica dalle forze dell’ordine che chiudono con 16 arresti e 11 feriti.

Scontri nella notte ma anche nel do pomeriggio. Il primo episodio nei pressi dell’aero di Capodichino…l’intervento delle volanti dell’Ufficio prevenzione generale della ha portato all’arresto di 7 napoletani e 2 bulgari, probabilmente provenienti di Plovdiv, ultras “gemellati” con i napoletani.

In da serata il secondo scontro nella zona di piazza Garibaldi: arresto di 7 tifosi polacchi e la denuncia in stato di libertà di altri 3.

Inoltre ben 65 tifosi del Legia Varsavia sono stati fermati e portati in Questura per l’identificazione con fotosegnalamento e la l posizione è ancora in corso di valutazione. I reati stati sono rissa aggravata, resistenza a blico ufficiale, lesioni, danneggiamento aggravato, abusivo di oggetti atti a offendere. Solo in un caso è stata trovata un’arma, un coltello con una lama di lunghezza superiore a quella consentita dalla legge, in possesso di un polacco. Alcuni ultras provenienti da Varsavia si sono resi protagonisti di un altro episodio tra via Galileo Ferraris e via Marina, quando hanno aggredito 4 ragazzi napoletani a bordo di un’auto che nulla avevano a che fare con le due tifoserie. I quattro sono stati costretti a scendere dall’auto che è stata incendiata. Uno dei napoletani è stato picchiato e ha riportato varie ferite.

Complessivamente sono 9 i feriti della , più un poliziotto del Commissariato e un Carabiniere.

Tensione alta e preoccupazione per questa sera al per la gara di di questa sera, anche perchè sono previsti altri tifosi del Legia: oltre 500 ultras polacchi.

Commento (p.p.). Perchè la polizia italiana, nel caso a Napoli, deve sobbarcarsi questo superlav mettendo in pericolo tanti agenti per una partita di calcio?
Aspetto una risposta da quanti sottolineano l’assenza di sicurezza di Napoli!
Una volte e per tutte il servizio di sicurezza se lo pagasse il calciooooooo!!!
Ieri sono tornato molto di da Roma in treno ed ho visto l’atmosfera che montava alla Stazione già di per sè luogo pericoloso di notte.
In via Marina sono stati aggredi 4 ragazzi napoletani a bordo di un’auto che nulla avevano a che fare con le tifoserie.
I quattro sono stati costretti a scendere dall’auto che è stata incendiata. Uno dei napoletani è stato picchiato e ha riportato varie ferite.
Una vergogna!
Il calcio non propone più da anni, è meschino e intollerabile che interessi di pochi (, media, tifosi) l’incolumità delle persone debba essere messa in pericolo. Inciviltà, non ne possiamo più!