ULTIM'ORA

Napoli graziato, 3-3. Sarri accusa: non c’è mentalità!

insigne.fuorigioco.napoli.fiorentina.2016.750x450

di Valentina Viola – Il 3-3 all’ultimo respiro dell’tratime salva il Napoli e Sarri. Sconfitta sfiorata, prorio a dove doveva partire la rincorsa azzurra!
Il Napoli non è pronto nella testa ma anche negli automatismi di difesa e centrocampo: se non gioca a mille, senza pensar, può perdere anche contro una derelitta, massacrata dalle critiche, senza e Gonzalo i suoi migliori, una difesa da ridere ed il solo Bernadeschi.
Ecco il Napoli ha rischiato contro un solo avversario, giovane, sfrontato, ma solo nel deserto viola.

Finiti anche gli alibi : irreare di e 2 nelle ultime 2 partite! Kalinic invece rischia il secondo giallo e quindi l’espulsione ma si pente in tempo e si rialza da solo… in area di rigore azzurra.

Anche Sarri s’aspettava di più? Perchè continua a ripetere sempre gli stessi concetti se le cose non cambiano?
“Lasciamo sempre qualcosa per strada, dobbiamo migliorare a livello di mentalità perché altrimenti non raccogliamo quanto seminiamo. A livello di prestazione sono soddisfatto, ma mi aspetto che questa squadra cresca in fretta”.

Constatazioni, non soluzioni e non c’è niente da recriminazione: “Potevamo perderla, ma vorrei più aggressività. Il 2-2 preso dopo 30 secondi ci ha fatto male e ha dato tanto entusiasmo agli avversari. Questo è un campo diffi, dove la , che è una grande squadra, non ha mai perso. Purtroppo noi, a livello di mentalità, lasciamo sempre qualcosa per strada. Non siamo stati brillanti come nelle ultime occasioni, mi aspetto che questa squadra cresca in fretta. Può darsi che l’età media molto bassa influisca, ma io vorrei che ci fosse più aggressività e intelligenza nella lettura dei vari momenti della partita. Abbiamo creato più degli avversari, anche se c’è poco da recriminare perché alla fine potevamo pure perderla”.

Resuscitato Gabbiadini con un rigore diffi… “Lui in queste situazioni è molto freddo, dal dischetto è affidabile. Se preferisco il centravanti vero o il falso nove? Dobbiamo adeguarci a chi abbiamo a disposizione: in questo momento c’è e abbiamo leggermente cambiato il modo di giocare, rispetto a Higuain l’anno scorso e Milik all’ inizio di questa stagione. Questa nuova soluzione mi intriga, anche se è un po’ itativa perché spesso non possiamo avere sbocchi sulle palle sporche”.

Bocciato Maksimovic: “Sta facendo fatica a entrare nei meccanismi: ha giocato a tre dietro negli ultimi anni, anche Chiriches l’anno scorso ha avuto questo tipo di problema e quest’anno è diventato un giocatore importante per noi. Lo diventerà anche Maksimovic.”

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply