ULTIM'ORA

Napoli crolla col Lecce: Juve inutile, se poi…

Napoli-Lecce

di Paolo Jr Paoletti - La fantasmagorica rimonta del Napoli sfuma contro il Lecce!
Difensivamente organizzato, spietato nel contropiede.
Lapadula è stato il protagonista assoluto con una doppietta a cavallo del parti di Milik.
Rete da 3 punti di Mancosu con una punizione che Insigne se le sogna…
Nell’assalto nale segna anche scartato da Gattuso per l’esordio di Politano. Errore da pivellino di Ringhio.
Questa vittoria ingrassa la classica del Lecce perchè sono 3 punti salvezza fondamentali.
Chiude denitivamente quella del Napoli, che ha illuso ad inizio stagione con le promesse di De Laurentis, Ancelotti, squadra ed ha smesso di prendere in giro i napoletani con i proclami di Insigne sulla rimonta!
Altro pomeriggio amarissimo per i 50 del San Paolo tortnati numerosi con biglietti dal prezzo corretto e cati da una prestazione oscena di squadra e tecnico azzurri.
Difcile commene l’ipotetico rigore chiesto dal Napoli su Milik: le immagini fanno vedere che il piede di Milik è toccato dal difensore del Lecce, ma altrettanto che Milik si da spinta evidentissima per butsi a terra!
Guia al Var ha detto che aveva visto , non ha visionato le immagini al monitor restando sulla sua decisione: simulazione e giallo per Milik!

VOTI DECISIVI.
DEMME 6,5. Palesemente il tipo di giocatore che mancava al Napoli nella prima parte della stagione. Catalizzatore di gioco e recuperatore di palloni nello stesso tempo, si sta rivelando acquisto prezioso per il gruppo azzurro.
POLITANO 6. Si prende gli applausi del San Paolo, perché il dribbling in punta di piedi sono lo spettacolo che da tempo mancava a . Dura un’ora e la fa con impegno.
OSPINA 4. Sarà un fenomeno con i piedi come dice Gattuso, ma sullo 0-1 di Lapadula la sua incertezza è palese e fera. Non dà mai serenità alla difesa quando deve riorganizzare la linea. Si riscatta ribattendo un colpo di testa di Barak sull’1-2. Poi crolla sulla punizione dell’1-3 tirata dalla Luna!
KOULIBALY 5 . Sempre meglio averlo, ma ha bisogno di tempo per tornare in una condizione. La sua presenza non sempre diventano giocate efcaci.
MILIK 6,5. Raddrizza il risultato all’inizio del secondo tempo. Attira l’vento sospetto in area di rigore che Giua non controlla al Var.
6,5. Distratto dal , al 70% della condizione, ma resta il miglior attaccante del Napoli. Al primo pallone giocato, mette l’assist per Milik.

LAPADULA 8. L’opportunismo è sempre stato una sua caratteristica peculiare e il lampo che porta al gol dell’1-0 lo dimostra una volta di più. Al posto giusto nel momento giusto ma anche sempre pronto alla lotta sulle palle sporche. Prontissimo poi a raccogliere il cross di Falco che gli frutta il gol del secondo vantaggio.
SAPONARA 6,5. Un ottimo innesto per questa squadra e ogni volta che lo si vede giocare in questa maniera si dice: “Chissà cosa avrebbe fatto se non avesse avuto tanti infortuni”. La qualità che sprigiona tra le linee avversarie è da grande squadra.
BARAK 7 – Presenza costante nel punto nevralgico della manovra giallssa, quantità e qualità insieme come nei momenti di gloria vissuti nell’Udinese, personalità e continuità.

TABELLINO. NAPOLI-LECCE 2-3

NAPOLI (4-3-3): Ospina 4; Di Lorenzo 5, Maksimovic 5, Koulibaly 5, Mario Rui 5,5; Lobotka 5 (1′ st 6,5), Demme 6, Zielinski 6; Politano 6 (16′ st 6,5), Milik 6,5, Insigne 5 (31′ st Lozano 5,5).
A disposizione: Meret, Karnezis, Hysaj, Luperto, Manolas, Allan, Fabian Ruiz, Llorente.
Allenatore: Gattuso 5,5.

LECCE (4-3-2-1): Vigorito 6,5; Rispoli 6, Lucioni 6,5, Rossettini 6,5, Donati 6; Deiola 6, Barak 7, Majer 6; Saponara 6,5; Falco 7, Lapadula 8.
A disposizione: Chironi, Dell’Orco, Paz, Calderoni, Vera, Mancosu, Rimoli, Sava, Petriccione, Shakhov, Monterisi, Maselli.
Allenatore: Liverani 7.

Arbitro: Giua 6

Marcatori: 29′ pt Lapadula (L), 3′ st Milik (N), 16′ st Lapadula (L), 37′ st Mancosu (L), 45′ st (N)

Ammoniti: Koulibaly, Zielinski, Milik, Mario Rui, Demme (N), Rispoli, Vigorito, Petriccione (L)

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply