ULTIM'ORA

Napoli, che passeggiata: 4-0 al Frosinone!

Soccer: Serie A ; Napoli -  Frosinone

di Paolo Jr Paoletti - Che passeggiata! Il riscatta il pareggio contro il Chievo e batte 4-0 il Frosinone, nell’ottavo risultato utile consecutivo.
E’ stata la gara delle prime volte: quella di Meret all’esordio, altrettanto per Yones, e dell’atteso di Goulam che da oggi mette in discussione il posto di Mario Rui.

Gli azzurri passano subito, con un sinistro di Zielinski al 7′.
Il raddoppio arriva però al 40′ con un gran da fuori di Ounas.
Nella ripresa la doppietta di Milik: colpo di testa e tap in da due passi.
Buon rientro di Ghoulam dopo 400 giorni che sfiora anche il .
Juve a +8 punti, Inter a -6.

VOTI DECISIVI.
ZIELINSKI 7. Designato come erede di Hamsik, sa esprimersi perfettamente anche al suo fianco e anche in una posizione decentrata che potrebbe rischiare di penalizzarlo. Toglie subito i pensieri dalla mente di Ancelotti, con un sinistro chirurgico che stampa l’1-0.
ALLAN 6. Centro di gravità prevalente in una squadra che parte con un’apparenza un po’ sata. Ma quando in mezzo al campo oscilla un uomo con la sua sapienza, assume un’equilibrio perfetto ed è proprio per questo che il Brasile, sia pure con un po’ di rido, si è accorto di lui.
GHOULAM 6,5. Il sentiva la sua mancanza e lui sentiva la mancanza del . Ha voglia di sare, di far ingoiare polvere a lo inseguono. Vorrebbe fare , tirare i calci d’ano e crossare. Il suo è una buona notizia a prescindere da il resto. E il sorriso con cui reagisce a un sbagliato aggiunge valore umano alla sua prestazione.
OUNAS 7.Il giocatore c’è. Le doti tecniche non mancano. E lui ha una voglia immensa di metterle in mostra. Parte subito con qualche numero di solo i mancini sanno regalare, ma non è solo quello il contributo che riesce a pore. Occupa con autorevolezza lo spazio davanti a Hysaj, copre sulle poche sortite avversarie, recupera palloni e quando ha la possibilità di giocare, regala numeri d’alta come quello che porta il sul 2-0.
MILIK 6,5. Si ricava sempre l’impressione che la sua imponenza richieda anche degli stimoli specifici per mettersi in movimento. Tanto sa essere decisivo quando entra, così non riesce a esserlo quando parte dall’inizio. È l’unico del che per un po’ il Frosinone riesce a marcare, perché per il resto c’è proprio poco da fare. Ma alla fine anche lui fa valere la sua fisicità e dall’insufficienza passa alle note positive della giornata con una doppietta che cancella un primo tempo difficoltoso.

PINAMONTI 6. Tra lui e Campbell, in , decisamente meglio lui. Quando il Frosinone gioca in trasferta diventa un’arma di difesa: sembra un paradosso ma è proprio così, perché almeno riesce a dare riferimenti offensivi ai compagni asserragliati dietro, tiene il pallone e gioca di sponda. A un certo punto Longo lo toglie e non si capisce bene perché.

TABELLINO. -FROSINONE 4-0
(4-4-2): Meret 6; Hysaj 6, Luperto 6, Koulibaly 6, Ghoulam 6,5; Ounas 7 (27′ st Younes 6), Allan 6, Hamsik 6 (35′ st Diawara sv), Zielinski 7; Insigne 6 (30 st Rog sv), Milik 6.5.
Allenatore: Ancelotti 7

Frosinone (3-5-2): iello 6; daniga 5.5, Ariaudo 6, Capuano 5; Zampano 5 (25′ st Ghiglione 5.5), Cibsah 6, Maiello 6 (31′ st Soddimo sv), Cassata 5, Beghetto 5.5; Campbell 5, Pinamonti 6 (15′ st Ciano 6).
Allenatore: Longo 5

Arbitro: Manganiello
Marcatori: 7′ Zielinski, 40′ Ounas, 68′ e 84′ Milik
Ammoniti: Cassata, Campbell (F)