ULTIM'ORA

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: https://sport.sky.it/rss/sport.xml:1: parser error : StartTag: invalid element name in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: /sport.sky.it/rss/sport.xml" rel="self" type="application/rss+xml"></atom:link>< in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: ^ in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: https://sport.sky.it/rss/sport.xml:12: parser error : Premature end of data in tag channel line 1 in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: ^ in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: https://sport.sky.it/rss/sport.xml:12: parser error : Premature end of data in tag rss line 1 in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: ^ in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 336

Napoli agli ottavi da primo, ma fa tutto il Besiktas…!

FBL-EUR-C1-BENFICA-NAPOLI

di Paolo Paoletti - E’ Napoli, quello di Sarri. Nonostante errori ed omissioni…
Chi dice che l’allenatore conta massimo il 30% perchè decidono i calciatori in campo, ha ragione! Non si spiegherebbero altrimenti le metamorfosi di questo Napoli, crollato in disgrazia proprio dopo la vittortia sulle Aquile dell’andata, commentata come un trionfo. Ieri primo nel girone .

Era fa leggere la partita al Da Luz: 0-0 fino a 20′ dalla fine poi Mertens dentro per risolverla.
La fortuna c’entra sempre e prima un errore di Guedes a tu per tu con Rejna poi il del Besiktas a Kiev incoronano Sarri.
Quindi l’entrata di Mertens per Gabbiadini che cambia la gara dopo appena quattro minujti con l’assist a Callejon, conferma che la scelta era sbagliata.
Perchè al Da Luz chi segnava prima avrebbe vinto.

Il concetto si rafforza a 15′ dalla fine: sempre Mertens si propone libero al ite dell’area, finta due volte mandando l’ingessato Luisao in confusione e chiude di destro risultato e partita.
La certezza dell’errore arriva al 42’: un colossale errore di Albiol, in disimpegno, regala al il gol di Jimenez e 3′ minuti di amarezza. Ma tutti sapevano già e la sconfitta passava inosservata perfino ai lusitani.
Il Napoli passa da trionfatore, ma l’errore di Sarri resta.

Primo nel girone con 11 punti, 3 più dei portoghesi: tutti ringraziano la Dinamo Kiev, già einati ma capaci di un incredibile 6-0 ai turchi, in 10 dal 30’ e in 9 nel secondo tempo.

Gara tutta condizionata dalle notizie via internet o tv dall’Ucraina.
Dopo appena mezz’ora il doppio vantaggio della Dinamo non era casuale ma definitivo.
Perché il raddoppio da un calcio di rigore (inventato), aveva deciso l’inferiorità numerica turca.
Secondo, perché era chiaro che la partita di Kiev con la neve a bordo campo a -10 gradi era tutta vera.

Il Besiktas s’aspettava una passeggiata, crollato 4-0 già al 45′.

La vittoria della Dinamo ha concesso la qualificazione sia al , sia al Napoli: in cmapo si è giocato solo per il 1° posto in tutta serenità, quando nella ripresa sono emerse le qualità tecniche dei giocatori con la mente sgombra.
Tuttavia: 1. Gabbiadini si è fatto trovare in fuorigioco sul gol annullato giustamente per colpo di testa dopo tiro di Hamsik; 2. Callejon ha chiuso debolmente un assist di Ghoulam da fondo campo; 3. Ederson Moraes ha deviato di ginocchio un sinistro incrociato di Gabbiadini, servito in profondità da Hamsik.

Nel primo tempo quando la pressione era ancora alta e la qualificazione in gioco, le cose andavano maluccio: troppi errori individuali ‘in uscita”’; Diawara distratto e impreciso; ritmo basso del giropalla; poca ricerca della profondità. Comunque sempre meglio del .

I portoghesi hanno avvicinato la porta solo in 2 occasioni: a seguito di due leggerezze consecutive di Hamsik e Ghoulam in area di rigore e con un tiro da lontano di Semedo. Buona la fase difensiva con le due linee di quattro (4-4-2) strette e compatte, mentre il Napoli aveva difesa altissima, con molti metri davanti a Reina.

Nella ripresa era già deciso. Dopo un minuto Callejon ha invitato Gabbiadini alla conclusione vincente sottoporta. Manolo buca l’interno sinistro.

Poi Insigne trova il ‘taglio’ di Callejon che spreca con un incomprensibile tocco a lato.

A questo punto Sarri si ‘redime’: manda dentro Mertens per Gabbiadini e è cambiato. Ora è fa raccone di un trionfo strategico, ma con qualificazione in bilico sarebbe diventata una scelta da spiegare.

Il Napoli giocherà gli ottavi prima in trasferta e ritorno al San Paolo: i primi verranno premiati ma molto probabilmente non sarà un vantaggio. E la storia chiederà conto anche di questo.

NOTE. Napoli e si qualificano entrambe agli ottavi: il Napoli da primo del girone B vincendo al Da Luz. Finisce 2-1 ma è nella ripresa per le reti di Callejon (60′) e Mertens (79′). I portoghesi accorciano con Jimenez all’87′. Il Besiktas scende in Europa League.

VOTI DECISIVI.
Mertens 7,5. Lancia gli azzurri alla vittoria: un gol e un assist, decide lui.
Callejon 7. Maratoneta di qualità: puntuale in difensa, gol per intenditori.
Gabbiadini 5,5. Lotta, sotto porta è in rido e sfortunato.

Luisao 5. Troppo lento e pure distratto. L’età si fa sentire.
Cervi 5. Con il suo talento dovrebbe accendere i compagni, in realtà il Napoli lo disinnesca senza difficoltà.

TABELLINO. -NAPOLI 1-2
(4-2-3-1): Ederson 5,5; N. Semedo 5,5, Luisão 5, Lindelöf 5, A. Almeida 5,5; Fejsa 5, Pizzi 6; Salvio 6 (35′ st Mitroglu sv), G. Guedes 5,5 (12′ st R Silva 5), Cervi 5 (23′ st Carrillo 5,5); Jimenez 6.
A disp.: Julio Cesar, Samaris, Celis, Jardel.
Allenatore: Rui Vitoria 5

Napoli (4-3-3): Reina 6; Hysaj 6, Albiol 5, Koulibaly 6, Ghoulam 6,5; Allan 6,5, Diawara 6,5, Hamsik 6,5 (27′ st Zielinski 6); Callejon 7, Gabbiadini 6 (12′ st Mertens 7,5), Insigne 6 (35′ st Rog sv).
A disp.: Rel, , Maggio, Maksimovic.
Allenatore: Sarri 6

: Mateu Lahoz
Marcatori: 15′ st Callejon (N), 34′ st Mertens (N), 42′ st Jimenez (B)
Ammoniti: Koulibaly (N); Pizzi (B)