ULTIM'ORA

Roma-Napoli, resa dei conti. DeLa-Rafa: solo vincere!

De-Laurentiis-e-Benitez-532x3301

di Paolo Paoletti - Siamo al dunque, Roma- è la porta del futuro e la chiave per decifrarlo.
All’ano e Benitez, ognuno prenda le proprie responsabilità.
Per Benitez mai occasione fu così propizia come questa Roma pezzottata. Vedremo come lo spagnolo saprà sfruttarla.
Il responso a rosa completa valuterà che ha consegnato al tecnico!

I PRO. Garcia è in mutande, fuori 7 titolari. Mai la Roma ha affrontato una gara così importante con tante assenze. Ai cronici Balzaretti, Castan e Strootman, si aggiungono Maicon, e Totti. ci sarà ma in precarie condizioni. Nainan e Pjanic non sono in condizioni…
L’ambiente giallsso è più che elettrico, la Lazio ad 1 punto è al tempo stesso puno e pressione insopportabile: l’eventuale sorpasso anche per un possibile pareggio, scatenerebbe il nimondo.
Benitez non può non approttarne. Ora o mai più, Rafa ha un solo risultato: vincere! Anche un pari lascerebbe immutato il ritardo dalla Roma ma anche più forte verso una Lazio che va a Cagliari puntando il secondo posto.
Il deve giocare con lo spirito della gara unica, la prima e decisiva del ciclo di 8 partite che decideranno tutto – anche meno – nel mese di aprile.
E’ la resa dei conti anche per : Le aassenz e di Immobile e Zuniga sono state a lungo un alibi. Il di presenta all’Olimpico a ranghi completi, tutti disponibili tranne lo squalicato Inle. Si vedrà il reale valore della rosa azzurra consegnata dal cine-presidente!
Nessun alibi anche per i 3 fronti: Benitez ha scelto la strategia del tutto, che mira invece ai soldi Champions non ha saputo ‘orientare’ l’allenatore verso le priorità del club. Fallire il terzo posto, ma sopratutto il secondo, signicherebbe il rischio ridimensionamento di cui dovrà rendere conto.

I CONTRO. Troppe cose n qui, in 8 mesi di e 28 partite, non hanno funzionato.
1. Callejon, 9 in 10 partite no a Novembre. Da allora più nulla, da quando ha raggiunto la Nazionale, subito persa, e la concorrenza su cui punta tutto Benitez per tenere i giocatori in tiro, è aumentata.
2. Koulibaly non ha mai convinto.
3. Troppe formazioni diverse. Anche per l’Olimpico tanti dubbi: Lopez-Jorginho, De Guzman-Hamsik, Mertens-Gabbiadini.
4. Due portieri inafdabili: il ballottaggio Andujar-Rafael dice che manca un ruolo fondamentale per chi vuole vincere. Nessuno dei due è all’altezzza di una squadra vincente. troppo giovane, inesperto e scarso di fondamentali il brasiliano; troppo incerto, seduto e deresponsabilizzato l’argentino. L’addio di Reina è uno dei buchi neri di questa stagione, su cui si faranno i conti alla ne.
5. Higuain, è certamente l’unico campione di questo . Per uno come lui sono pochi i 13 segnati. Il vero bomber è quello che segna, sempre, con continuità, sopratutto in gare decisive come questa con la Roma. E’ la prova del 90, anche per Gonzalo, tornato troppo tardi per la Seleccion.
6. Arrivare a 10 partite dal termine, con il futuro legato ai soldi Champions azzera nega nel modo più chiaro e assoluto la bugia del Grande Progetto. Dopo 10 anni, non è riuscito a slegare il destino della crescita del club, dal frutto nanziario del risultato della prima squadra. Mancano all’appello: , centro sportivo, settore giovanile, nanziamenti da remunerare nel medio-lungo periodo.
7. L’autonanziamento per la dimensione , non porta alla vittoria ma al collasso. smetta con le bugie e dica quale è la vera mission del club, oltre quella di aver pagato tutti i debiti della lmauro ed aver arricchito le sue tasche con 8 in utile e 40 di stipendi che intasca da 4 anni.

Roma- è la resa dei conti per tutti!
Pallotta-Sabatini-Garcia, accusano -11 punti rispetto allo scorso anno, ma ne conservano 6 di vantaggio sugli azzurri. Il progetto è una realtà, il futuro non dipende tutto dal piazzamento Champions. La Roma può anche pareggiare, sperando nel Cagliari di Zeman.
DeLaurentis-Bigon-Benitez, accusano -11 rispetto alla scorso anno e ne hanno 6 di svantaggio sulla Roma che chiuse a +7 a maggio scorso. Non c’è altro che la speranza dei soldi Champions per tentare di convincere Benitez a restare potendo investire ancora sul mercato. Il può solo vincere. Un pareggio con la Lazio al secondo posto, peggiorerebbe la situazione.

ROMA- ore 12.30. Probabili formazioni:
Roma (4-3-3): De Sanctis; Tsidis, Manolas, Astori, Holebas; Pjanic, , Naingan; Ljajic, Iturbe, Ibarbo
A disp.: Skorupski, Lobont, Yanga-Mbiwa, Spolli, Cole, Keita, Uçan, Florenzi, Paredes, Verde, Doumbia. All.: Garcia
Squalicati: nessuno
Indisponibili: Strootman, Balzaretti, Castan, Maicon, , Totti

(4-2-3-1): Andujar; Maggio, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; D. Lopez, Gargano; Callejon, Hamsik, Mertens; Higuain
A disp.: Rafael, Colombo, Henrique, Britos, Zuniga, Strinic, Mesto, Jorginho, De Guzman, D. Zapata, Gabbiadini, Insigne. All.: Benitez
Squalicati: Inler (1)
Indisponibili: Michu

Arbitra !
Andiamo a vedere…