ULTIM'ORA

Napoli, 3 problemi: primo, il… Presidenzialismo!

640x360_C_2_video_551197_videoThumbnail

di Paolo Paoletti - Allan arriva con a Dimaro? Sentirà i si gridare: “vattene via sono anni che ci illudi e ci inganni!”
Più semplicemente: chi chiederà perchè Sarri ha dovuto perdere una settimana di lavoro per averlo a disposizione?
Tranquilli, nessuno si farà avanti, nemmeno il tecnico…

Ho ascoltato, invece, con stupore le dichiarazioni di 4 azzurri, ‘controllati’ dal responsabile media del .
Domande e risposte, banalità e segnali che spiegano i problemi strutturali del .
Lampante la diversità di atteggiamento tra Rejna ed Hamsik: Sarri ha eletto subito leader il portiere. Marek resta un bambinone spaesato…non può essere un capitano, non è un trascinatore. Questo è il suo vero problema, ruolo a parte.
Stavolta ha scelto lui, Sarri lo ha detto e messo dove lui vuole: vedremo cosa cambierà rispetto alla scorsa stagione fallimentare.
Valdiori deve ancora prendere le misure fuori dal campo e Gabbiadini si autocandida titolare accanto ad Hamsik. Bene…aspettiamo.

I problemi del sono 3.
1. Il primo è . Fa tutto lui, non ne è capace. Alla squadra serve un esperto dirigente che faccia sentire alla squadra competenza ed autorevolezza. Ha bucato 6 allenatori e 4/5 giocatori. E’ sempre in ritardo perchè non ha idea su come si fa una squadra. Ha avvicinato Valdiori perchè tutto il mondo gli ha detto che serve un regista. Ma la cosa più importante è assortire pedine adatte alle idee di gioco del tecnico, a sua volta flessibile.
La scelta di Sarri è un terno al lotto: dovesse andar bene, bisognerà darne merito al cinepresidente rivalutando il suo stellone. Dovesse andar male, ne sarà lui l’unico responsabile.

2. La difesa. Sarri ha questa priorità. E’ un strudioso degli schemi difensivi perchè ha sempre allenato per non retrocedere. ma anche l’Empoli ha avuto questo problema: 52 gol subiti, 46 fatti: -6 di differenza reti che sono valsi 42 punti.
Il ha fatto 70 gol e 54 subiti: il +16 hanno messo insieme 63 punti ed un deludente 5° posto. Come migliorare?
Le prime scelte sarebbero stati, Rugani e Tonelli che con Sepe – il lo ha spedito a renze – erano l’ossatura della difesa sarriana.
Riutati i due centrali, il è andato su Astori il peggiore della Roma che ha floppato proprio per i buchi difensivi persi Benatia e Castan. Il problema andava risolto come ha fatto con Miranda e Murillo. Per difensori di livello serve spendere, DeLa non lo fa!
Reina migliorerà il comando del reparto, restano gli errori individuali di Albiol e Koulibaly che con Britos hanno buttato al vento la possibile qualicazione Champions. Rigori a parte.

3. Personalità e sudore. Hamsik ripete il mantra Delaurentiano: comunque usciremo con la maglia sudata. Da ricovero. Come l’ammissione del buco lasciato dal portiere lo scorso anno. Ecco perchè Hamsik è stato il giocatore più sostituito della serie A.
Forse non tutti sanno che l’attività celebrale spende l’80% delle risorse del corpo umano, tenendo alta la temperatura corporea che attiva il sudore, di raffreddamento. Va da sè che il non suda perchè non pensa. E’ una squadra istintiva che come ha detto ripetutamente Benitez non sa gestire e interpretare la gara. Basteranno Valdiori e Rejna?
Allan è un faticatore dal piede discreto, non uno stratega. Jorginho non può essere solo un’alternativa a Valdiori…
Servivano, infatti, giocatori come Pirlo e Vidal, che la Juve ha fatto male a lasciar andare.
La Roma è arrivata seconda, nonostante abbia smesso di giocare a dicembre 2014, perchè ha gente come Pjanic, De Rossi, Keita, , gli stessi Florenzi e Naingolan. Un ottimo misto di gambe e cervello.
Sarri dovrà scegliere tra Insigne e Hamsik, per fare spazio ad giocatore più riflessivo accanto al regista (Valdiori è un misto tra Pirlo e Verratti.
Giocatore che va preso. Ecco perchè farebbe carte false per Mascherano, come Benitez. E non c’entra la difesa.

L’. Dovrebbe essere il reparto migliore: e Gabbiadini, sono i 2 centravanti da cui partire. Assistiti da Insigne. Callejon e , da preferire nel 4-3-3.
Al reparto manca un attaccante di peso e buono di testa. Zapata va sostituito. Ma chi ci pensa?
E con quanti soldi? Quelli che non sono stati spesi per Dybala o Kondogbia…

Ecco perchè alla ne il problema strutturale del è . L’internazionalismo come il provincialismo sono solo false etichette: il vero handicup che accusa il è il Presidenzialismo, peraltro incompetente.
Ora si comincia a giocare. Andiamo a vedere.