ULTIM'ORA

Napoli ‘solo’ 3-1: Feyenoord ridicolo, regala tutto.

insigne.maglia.milik.napoli.feyenoord.2018.750x450

di Paolo Paoletti - La domanda è: come è possibile vedere in Champions squadracce come il Feyenoord?
Il Napoli vince senza alcun problema, mandato in da 3 superfesserie degli olandesi: , e Callejon ringraziano e portano a casa.
Imbarazzante prova della squadra ‘campione’ d’Olanda tornata al titolo dopo 18 anni!
Se gli orange sono a rischio nelle qualificazioni mondiali e l’Italia pure, un motivo di deve essere.
Il Napoli approfitta della mediocrità di questo avversario che non ha ne capo, ne coda: Impoverito dagli infortuni, comunque di gran lunga inferiore agli azzurri con un organico senza esperienza internazionale, rabberciato al punto da schierare fuori ruolo ben 4 effettivi.
Tapia il peggiore, seguito da Diks e Jones: tutti da 3, tutti inguardabili.
Eppure Sarri ha sudato freddo almeno 3 volte, per altrettante paratissime di Reina che si riscatta della figuraccia a Ferrara.
Di questa sfida resta solo il risultato, che conferma la legge del 3 anche in .sxecondo schiaffone dopo il poker subito dal .
Fa sorridere ricordare le parole di Sarri in presentazione: il Feyenoord visto al chiuderà a zero punti la fase a gironi, cuscinetto tra Shak e Napoli in lizza per gli ottavi.
Anzi il Napoli deve rammaricarsi di non aver segnato di più, come dei gialli a Koulibaly e Diawarà, e le 3-4 occasioni concesse.
Reina ha parato un rigore, ha neutralizzato due conclusioni anche sfortunate dei biancssi, nopn riesce a fare nulla sul solito svarione tra Koulibaly e Maksimovic, che sporca il finale e danneggia la differenza reti, filo sul quale balla la qualificazione.
Tre subiti in 2 partite, in Champions sono una enormità.
Fino a quando l’attacco leggero e di grande qualità metterà una pezza a tutte le magagne della difesa che Sarri non riesce a risolvere?
Pensiamoci.

NOTE. Vittoria preziosa per il Napoli nel secondo turno di Champions. Al la squadra di Sarri batte 3-1 il Feyenoord e sale a tre punti nel Gruppo F, riscattando la sconfitta della prima gara. sblocca la partita dopo sette minuti con un preciso dal limite, poi gli azzurri raddoppiano i conti con al 49′ e arrotondano il risultato con Callejon al 70′. Al 68′ Reina para un rigore a Toornstra. Nel recupero inutile il di Amrabat.

TABELLINO. NAPOLI-FEYENOORD 3-1
Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam; Allan, (34′ st Diawara), (25′ st Zielinski); Callejon (28′ st Rog), , .
A disp.: Sepe, Maggio, Chiriches, Ounas. All.: Sarri
Feyenoord (4-3-3): Jones; Diks, St. Juste, Tapia (33′ st Van Beek), Haps; Amrabat, El Ahmadi, Vilhena; Berghuis (40′ st Larsson), Toornstra (24′ st Basacikoglu), Boetius.
A disp.: Bijlow, Nelom, Van der Heijden, Vente. All.: Van Bronckhorst
Arbitro: Collum (Scozia)
Marcatori: 7′ (N), 4′ st (N), 25′ st Callejon (N), 48′ st Amrabat (F)
Ammoniti: Koulibaly, Diawara (N); El Ahmadi, Berghuis, Van Beek (F)
Espulsi: al 23′ st Reina para un rigore a Toornstra