ULTIM'ORA

Madrid, al bar ‘Pura Vida’ c’è il piccolo San Paolo!

club.napoli.madrid5.750x450

di Carmen Castiglia - A Chamberí di Madrid, vicino al centro e le fermate della metropolitana Bilbao e Alonso Martinez, c’è la sede ufficiale del “ Napoli Madrid”.

È qui al bar ‘Pura Vida’, in Calle Covarrubias 29, si ritrovano per ogni gara del Napoli almeno 30 soci, si azzurri, che tra una cerveza e l’altra, con la presenza di parenti e ragazzi in Erasmus, trasformano il bar in un piccolo .

Il Napoli , nato nel settembre 1998, è intitolato a Gianluca Grava, ex difensore, incontrato da alcuni soci poco prima di Villarreal-Napoli, rappresenta la scalata del Napoli di dalla Serie C alla League.

La sfida contro il è quindi la partita della stagione, anzi la sfida della vita, sognata da anni.

“Siamo in ansia dal giorno del sorteggio. I preparativi per la partita sono frenetici. Sarà dura. Ma noi ci crediamo. Immagino tu sappia come siamo fatti. Gli aficionados dei blancos sono sicuri che per loro sarà una passeggiata. Non si aspettano una squadra forte, bensì una di seconda fascia. Io dico solo che potrà succedere di tutto al Bernabeu. E noi saremo lì a difendere i nostri colori – racconta Cristiano, il Presidente del , in a calcio.com -. Qualsiasi sia il risultato finale applaudiremo i nostri giocatori. Non potremmo fare altro. Per me l’uomo partita potrebbe essere Zielinski. Il polacco è fortissimo e sa essere determinante. Se ho paura di Cristiano Ronaldo? Bè abbastanza – chiosa ridendo il ragazzo 33 enne che si è trasferito in Spagna 10 anni fa con la famiglia dal Vomero -. CR7 non è il solo a preoccuparmi, anzi. Speriamo davvero manchi Bale, anche se i galacticos rimangono comunque temibilissimi”.

I campioni d’Europa e del mondo in carica restano una corazzata, ma la percezione diffusa al Napoli Madrid è quella di poter centrare l’impresa: “Abbiamo 90 minuti per scrivere la ” – spiega Roberto -. “Proviamo una sensazione paragonabile a Stoccarda, quando conquistammo la Coppa – sentenzia Elio, la memoria del -. Adesso c’è una difficoltà in più: si tratta della sfida tra Davide e ia”.

Così mercoledì sera al bar “Pura Vida” mancheranno Cristiano, Roberto e Elio, oltre Andrea, l’altro socio fondatore, Valerio, il cogestore del locale, Giovanni, il cosiddetto “professore”, l’immancabile Gennaro e tutti i membri del .

Insieme saranno al Bernabeu per incitare il Napoli. Alla ricerca di quell’impresa in cui vogliono fortemente credere.