ULTIM'ORA

Nadal è la storia: Undecima a Montecarlo!

nadal_coppa_getty

di Cocò Parisienne - R Nadal è la storia. Il maiorchino ha conquistato per l’11a volta il torneo di battendo 6-3, 6-2 il giapponese Kei Nishikori, numero 36 del mondo, in un’ora e 33′ di gioco.

PARTENZA A RAZZO. R tiene il servizio a 15 senza particolari problemi, andando avanti 1-0. Il giapponese salva subito una palla-break e si salva al termine di un game innito, durato 11′ e 16 punti. Kei è bravo a sfrute un paio di errori di troppo del numero 1 del mondo, tra cui un doppio fallo, per piazzare a sorpresa il break dell’1-2 (terzo servizio perso dal maiorchino in tutta la settimana moneca). Nadal ricambia subito il favore e si riporta in parità alla terza palla-break del suo match, graziato dal primo doppio fallo dell’avversario (2-2). R tiene agevolmente il servizio e poi va a prendersi il secondo break consecutivo con un paio di colpi che strappano applausi a scena aperta al III (4-2). Il numero 1 tiene il servizio a fatica in un game oggettivamente brutto e ricco di errori, annullando anche un break-point a Nishikori, che vede scappare l’avversario 5-2. L’asiatico sfrutta quattro gratuti dell’avversario, tenendo a zero la battuta e accorciando 5-3; pur con qualche sofferenza di troppo nel game seguente (un set-point annullato), Nadal chiude 6-3 il primo set dopo 56′.

SECONDO SET. Nishikori tiene a fatica il servizio, dovendo annullare anche la prima palla-break del set a un Nadal comunque molto impreciso rispetto ai giorni precedenti (0-1). Lo spagnolo non ha problemi nel proprio turno di battuta e va a prendersi il break nel terzo gioco, dove ha decisamente alzato il livello del gioco (2-1). R tiene a zero il servizio e vola 3-1, con il giapponese che sembra accusare i primi segni della fatica (in questa settimana è stato in campo oltre 10 ore, il doppio rispetto al ri). Nishikori cede ancora la battuta (a 15) e preso dalla frustrazione getta via la racchetta, consegnando a Nadal un vantaggio importante (4-1 con doppio break). Il maiorchino non trema al servizio e vola 5-1, poi Nishikori d’orgoglio tiene a zero il proprio servizio per il 5-2. Il giapponese però non può nulla nel gioco successivo, quando R chiude i conti 6-2 in poco più di un’ora e mezzo di gioco, conquistando per l’undicesima volta ed entrando nella storia.

RE DELLA ROSSA! Nadal trionfa per l’undicesima volta in Costa Azzurra (2005-2012 e 2016-2017 le precedenti), incamera il 54° sul “rosso” e il 31° Masters 1000, nella sua numero 76 (la prima nel 2018) su 112 nali giocate (11/12 nel Principato). R incrementa anche i suoi record personali: 68 vittorie ed appena 4 scontte a Monaco e 324 vittorie contro 35 scontte in carriera sulla terra. Nel Principato è in serie positiva da 15 partite: nel torneo appena concluso ha concesso 4 game a Bedene, 5 a Khachanov, 2 a Thiem, 5 a Dimitrov e altrettanti a Nishikori. Con questi 1000 punti, il maiorchino respinge il primo assalto al trono mondiale da parte di un Federer in vacanza: lo svizzero, che per il secondo anno di la ha scelto di sale per o la stagione sulla terra, sarebbe tornato in vetta al ranking in caso di mancata affermazione dell’iberico. Nadal, che prima di aveva giocato solo gli Australian Open (costretto al ritiro al quinto set nei quarti contro Cilic per un problema all’anca) ed un paio di settimane fa i due singolari in Davis, porta anche a 36 la serie di set vinti sul rosso: leggendario, impressionante, cannibale. Ora gli obiettivi si chiamano , Madrid, Roma e naturalmente Parigi.

RISULTATO: R Nadal (Esp) vs Kei Nishikori (Jpn) 6-3, 6-2