ULTIM'ORA

Mou zittisce tutti: sono sempre Special.

mourinho_chelsea_getty

di Mary Bridge - Mou, in questo periodo, è quello che è: nero come i risultati pessimi del . La tensione si sente e ad un cronista che gli chiedeva se il momento-no del fosse to alla crisi del terzo anno in Blues, Mou ha freddato: “Si informi, consulti Google, evitiamo domande stupide. Guardate cosa ho fatto nelle passate stagioni. Il risorgerà e poi io sono ancora lo Special One”.

Mou si tuffa in , affronta il Maccabi Tel Aviv. Josè sbaraglia le polemiche per l’avvio in . “Solo tre mesi fa eravamo la migliore squadra, il miglior allenatore e i migliori giocatori del paese…Non siamo felici, non possiamo essere sorridenti e scherzare, ma sappiamo chi siamo: i campioni d’Inghilterra”. Lapidario sulla formazione: “Farò un paio di cambi”.

Tre scontte nelle prime 5 giornate, quante in tutta la scorsa , il in fuga e già lontano 11 punti, un ambiente in ebollizione…
“Se farò un paio di cambi è perché voglio dare una chance ad altri giocatori. So già cosa direte: se lascio fuori Azpilicueta c’è un problema con Azpilicueta, se non gioca John Terry è la stessa cosa con John Terry o se lascio fuori Cesc Fabre c’è un problema con Cesc Fabre. Ho una squadra, credo nella squadra, il mercato è chiuso quindi non possiamo cambiare i giocatori. Mi piace la mia squadra, non alleno 10 giocatori, non devo far giocare sempre gli stessi e posso fare dei cambi”.

Guarire in m questa la cura Special:”E’ un nuovo torneo, siamo tutti a zero punti e partire bene in casa è importante. Qualche anno fa aiamo perso il primo match in casa, l’anno scorso aiamo pareggiato, quindi se vinciamo saremo in una posizione migliore”.