ULTIM'ORA

Mou spiega il primo ‘titulo’ del nuovo Chelsea.

464887128

di Mary Bridge - Fresco vincitore della Coppa di inglese, José spiega: “Per il è una coppa in più, ma è la prima per questa nuova squadra. Ci sono ancora Petr Cech, John Terry e Didier Drogba, ma a parte loro tutti gli altri fanno parte di una nuova generazione, quindi come squadra è una assai importante. Parlando della partita, abbiamo giocato per vincere.
Il Tottenham è la squadra che è, noi invece abbiamo usato strategie per vincere. Non abbiamo mai sofferto e abbiamo trovato le soluzioni giuste per mantenere l’equio. Dopo quell’vento criminale di Matic che gli è costato la ho scoperto che pur essendo molto giovane la mia squadra, pur non essendo matura in tanti elementi, in realtà si è adattata molto bene. Abbiamo cambiato gli preti del triano di centrocampo e individuato gli obiettivi da pressare nel cuore del Tottenham, quindi sono contento della partita giocata, giocata da una squadra molto matura, nononostante non lo fossimo, ma lo siamo stati, quindi sono felice.
Ora in mancano ancora tante partite difcili, anche il Manchester City ne ha di dure, e lo United è terzo a nove punti, sono in corsa pure loro. Il sta tornando su, come avevo previsto: li ho visti giocare contro di noi, li ho analizzati e ho detto a Brendan Rodgers che ha una squadra fantastica. Quindi il mio lavoro è durissimo”.