ULTIM'ORA

Mou perde 2-1 e spara: “City meglio per 45′. Tradito da miei e arbitro”.

Manchester United vs Manchester City

di Mary Bridge - Perdente e inviperito, José Mourinho accusa i propri giocatori e l’ Clattemburg al termine del perso 1-2 dallo United contro il City: “Nel primo tempo l sono stati molto migliori di noi. Aiamo iniziato il match con giocatori che hanno reso molto al di sotto del proprio livello”. Poi: “Ci mancano due ! Bravo era da rigore e rosso, e anche il fallo di mano di Otamendi per me era volontario”.

Frustrazione per un primo tempo giocato male, malissimo, poi un po’ di luce si è vista. Mou analizza: “A metà primo tempo speravo si chiudesse sullo 0-1, perché stavamo giocando davvero male ed eravamo in difcoltà. Nella ripresa le cose sono cambiate”.

Mou prima del match ha stretto la mano a Guardiola, aracciando il grande ri. “Devo ammettere che nel primo tempo aiamo avuto in squadra due o tre giocatori che, vedendo come sono andate le cose, adesso non rischiererei mai. Ma questo è il calcio e a volte i giocatori deludono il proprio allenatore, altre volte lo fanno felice”. Sotto accusa Lingard e Mkhitaryan, sostituiti nell’vallo.

“Pensavo che con le caratteristiche individuali di alcuni dei miei avremmo potuto far male al City, ma la risposta non è stata adeguata. Di chi è la colpa? Mia, perché sono l’allenatore, e ho sbagliato a scegliere”.

Poi l’affondo, pesante, contro Clattenburg, della gara: “Sono molto arraiato per le decisioni dell’, per due chiamate in particolare. In una c’erano rigore ed espulsione per Bravo. Se quel fallo fosse stato commesso fuori dall’area avreero dato fallo e rosso, in area deve essere lo stesso. Poi manca un rigore per il mano di Otamendi”.

Non polemizza Guardiola e difende Claudio Bravo, letteralmente so in porta nel suo debutto in er League. “Riguardo a Bravo, ho visto una delle più belle prestazioni di sempre. Se nel primo tempo aiamo fatto bene è anche perché lui è bravissimo a far partire l’azione coi piedi”.

Elogi per tutti: “Ottimi i , Otamendi ha dato lezione di tattica difensiva”.
L’unica critica di Pep è… “non aver chiuso la partita con le chance avute”.