ULTIM'ORA

Morto Luigi Necco, protagonista di ’90° Minuto’, giornalista completo.

Tv: Rai1; ''Cose Nostre''

E’ morto a il sta Luigi Necco, 83 anni, storico volto della Rai, popolare protagonista della trasmissione ’90° Minuto’.
Era ricoverato nell’ospedale Cardarelli per problemi respiratori, dove probabilmente verrà allestita una camera ardente.

A fine anni Novanta condusse per qualche mese anche ‘Mi manda Raitre’, dopo l’addio di Antonio Lubrano. Quindi il passaggio a , dove si è occupato delle dirette dai campi per ‘Buona Domenica’.
Infine Canale 9.

Appassionato di archeologia, per moltissimi anni si è dedicato alla ricerca del tesoro che il celebre archeologo Heinrich Schliemann aveva trovato a Troia nel 1873 e che ufficialmente i tedeschi davano distrutto nei bombardamenti a del’45.

Il 29 novembre 1981 subì un attentato camorristico e venne gambizzato in un ristorante di Avellino per mano di tre uomini inviati da Vincenzo Casillo, detto ‘O Nirone, luogotenente di Raffaele Cutolo fuori dal carcere.

Pochi mesi prima Necco a 90° Minuto aveva parlato dell’incontro fra il presidente dell’Avellino Antonio Sibilia, accompagnato dal calciatore brasiliano Juary, con lo stesso Cutolo, in una delle udienze del al boss. Durante una pausa dell’udienza Sibilia saluta il boss con tre baci sulla guancia e fa consegnare dal calciatore una medaglia d’oro con dedica “A Raffaele Cutolo dall’Avellino calcio”. Il gesto fece scalpore, e Necco ne parlò durante la trasmissione televisiva.

. “Con Luigi Necco muore un maestro del smo napoletano. sta d’inchiesta, sempre puno per tutti, con Lui ho avuto un rap autentico, di stima e di affetto reciproci, gli ho sempre voluto bene anche quando capitava che non ne condividevo le analisi sulla Città. Un forte araccio personale alla famiglia ed al mondo dei sti ai quali anche Necco, da pensatore libero, non risparmiava critiche. Ci resterà il ricordo della sua arguzia, della sua ironia e della sua straordinaria competenza iva ed archeologica”.