ULTIM'ORA

Luca: no Monza, no F1. Servono 10mln!

montezemolo

di Nina Madonna – Anche Luca Cordero di partecipa al c dei sostenitori del di Monza, escludendo “nella maniera più assoluta” che quello di quest’anno possa essere l’ultimo Gran o nell’autodromo brianzolo.
“Ne ho parlato anche con Ecclestone due giorni fa – svela – Da sempre la è stata vicina a Monza, come anche tutto il mondo dei si. Non ci può essere una Formula 1 senza Monza”.
L’ex numero 1 della Rossa ha parlato a Expo, a margine della cerimonia ufciale per la giornata del Bahrain. E non ha usato giri di parole su d’Italia: “Monza deve fare ciò che è necessario. Ma vedrete che non ci saranno problemi”.

Nonostante le parole di il futuro del a Monza è sempre più a rischio per Bernie Ecclestone: “Il rinnovo del contratto è improbabile, dato che non vogliono pagare”.
Il patron della Formula 1 ha rivelato che tutti i circuiti mondiali pagano 25 milioni contro i 15 offerti da Monza: “Abbiamo qualcosa da vendere, decidano se sono interessati a comprarla”. Senza accordo, dal 2017 addio al d’Italia.
Nell’intervista ad Auto, Ecclestone ha ricostruito la vicenda esortando il management che gestisce l’autodromo a fare un ulteriore sforzo economico: “Queste discussioni vanno avanti da due anni e mezzo, è ora che prendano una decisione. Il prezzo che chiediamo è lo stesso chiesto a tutti gli altri”.

E’ evidente che al patron del Circus interessi poco la di Monza: “Sarebbe una perdita signicativa per la F1? Certo, ma pagare il prezzo che chiediamo non dovrebbe essere un ”.

SIAS SMENTISCE. Nonostante le cattive notizie, la Sias (che gestisce l’autodromo di Monza) ha detto di aver avuto un incontro positivo con Ecclestone: “Non c’è panico né fretta, sa che servirà anche l’aiuto del Governo. Abbiamo già fatto sforzi importanti, non è stato un incontro denitivo” ha detto il presidente Andrea dell’Orto.