ULTIM'ORA

Montella riparte da Napoli: non può perdere!

montella-675

di Nina Madonna - Voluntary Agreement, Settlement Agreement, rinanziamento….
vero e importante.
Ma c’è soprat il campo e per il Milan l’imperativo categorico è fare punti.

Punti per salire in classica, ciò che sinora non è accaduto.
Se si vuole parlare di rimonta, se si vuole ipotizzare un recupero, se si pensa che la rincorsa alla zona Champions sia ancora possibile, la trasferta al San Paolo con il è fondamentale.
Difcile, forse proibitiva, ma sicuramente fondamentale.

Delle 6 squadre che precedono ora i rossoneri, il è la sola che non è stata affrontata: cinque partite e cinque scontte, due fuori casa con e Samp, tre a con , (formalmente padroni di casa i nerazzurri) e Juve, 13 subiti e solo 3 fatti. Pesano questi numeri sul morale e pesano, molto concretamente, i punti di distacco in classica, in una corsa che, proiezioni alla mano, vede ora come ora la zona Champions assestarsi vicino a quota 90 (pazzesco, o quasi). Va da sè, allora, che le nove lunghezze di distanza dalla (quarta con 28 punti ma con una partita in meno) o le otto dalla (ma anche i giallssi decono recuperare un match) sono già così tanti da non consentire altri passi falsi. Perché, oltre, alla ne saranno proprio gli scontri diretti a scrivere e a pesare sulla classica.

Quindi, trasferta a coefciente di difcoltà elevatissimo ma fondamentale. Trasferta per la quale Vincenzo Montella potrebbe optare per il ritorno della coppia di tresti che gli ha dato sinora più certezze, vale a dire quella composta da Bonaventura e Suso. Con davanti Kalinic. Per provare a fermare il e rilanciarsi verso l’.