ULTIM'ORA

Milano double face: cinesi ridono, cinesi piangono!

derby-milan-inter

di Nina Madonna - Vincenzo Montella, batte anche il Pescara e torna al terzo posto solitario.
Frank De Boer, perde anche contro la Sampdoria èd è sul filo dell’esonero!

Le due facce di o, facce gialle non solo per i .
Quelle al perchè nessuno s’aspettava questa partenza lanciata. Quella dell’, perchè nessuno neanche il più pessimista, immaginava la zona retricessione dopo 11 partite e tanti soldi spesi.

La qualità del gioco rossonero non è di una squadra che possa ambire alla zona Champions.
Quella nerazzurra non può spiegare 7 sconfitte in 2 mesi.

San Siro cambia colori e scenari: primo alleato del , dopo la quarta consecutiva che non si verificava dal maggio 2014, migliore partenza degli ultimi 5 anni; primo nemico di De Boer, Icardi, Brozovic nel mirino della Curva Nord e gran parte dello stadio.

CHE INVESTONO. La Sino-Europe Sport era entusiasta dopo la sulla Juve. Un celebrativo annunciava il nuovo corso, soddisfazione che non si respirava da troppi anni e foriero di pesanti investimenti sul mercato di gennaio. Montella ha bisogno di almeno un innesto per reparto, due a centrocampo.
Mirabelli e Fassone sono stati a Londra: Cesc Fabre aleggia da qualche settimana. Guadagna troppo, un tentativo verrà fatto con 12 milioni; la poi potrebbe cedere Badelj, gradito a Montella.
La più stretta necessità è il cambio a Niang e Suso: nel mirino Keita, Bernardeschi e Gomez. Forse sogni…

CHE RIFLETTONO. Suning insieme a Thohir deve decidere su De Boer: difficile l’esonero immediato, giovedì c’è la sfida decisiva in contro il Southampton.
Una corrente legata a Massimo Moratti gradisce Leonardo in panchina fino a giugno, poi in società.
Il problema è convincere Leo sul futuro: il brasiliano vuole gae e spazio per entrare in società, non essa essere uno di tanti, forse troppi tra il ds Ausilio, il vicepresidente Zanetti, il dg Gardini e l’influenza esterna di Kia Joorabchian.
Ecco perché Leonardo non è convinto di tornare all’.
Blanc chiede un ingaggio eccessivo per un progetto che rischia di rompersi a giugno, tra gli ni c’è Stefano Pioli. Tutto sarà valutato da Suning, con de Boer che attende e un sostituto all’orizzonte.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply