ULTIM'ORA

Uefa, Fassone bocciato: “richieste impossibili!”

url-1

di Bianca Latte - Il già conosce il no Uefa al Voluntary Agreement presentato.
Aspetta il Settlement Agreement: decisioni Uefa imposte al per rientrare nei parametri FPF.
Di certo sanzioni e limitazioni su rosa e .

sapeva già da tempo, vista la nota blicata sul sito ufciale con cui il dichiara “il massimo e costante rispetto nei confronti dell’istituzione europea, pronti ad affrontare il Settlement Agreement” nonostante il rammarico do un “Voluntary, novità assoluta, non essendoci precedenti a livello politico-calcistico europeo”.

NOTA . “Arrivano importanti segnali mediatici sul Voluntary Agreement, in attesa del pronunciamento ufciale e denitivo dell’UEFA. Oltre a dichiarare il proprio massimo e costante rispetto nei confronti dell’istituzione europea, il ha sempre dichiarato di essere pronto ad affrontare l’altra faccia della medaglia e cioè il Settlement Agreement. La proposta di Voluntary partita dalla società rossonera era una novità assoluta in tal senso, non essendoci precedenti a livello politico-calcistico europeo. Il a novembre si era impegnato a fondo per la redazione e la strutturazione del proprio piano”.

, ad dice: “Sono state fatte richieste impossibili, non solo per noi. E un anno di transizione”.
All’arrivo in , ha incontrato i giornalisti facendo il punto: “Sembra accertata una decisione negativa nei confronti del . Non fa piacere. Ho troppo rispetto per la commissione e la Uefa, per comprendere come queste indiscrezioni aiano anticipato di un giorno la decisione. Spero in decisioni eticamente neutre verso nei il . Io sto portando avanti da diversi mesi il voluntary agreement: se non ci dovesse essere risposta positiva, bisognerà capire quali possono effettivamente avrsene”.

I
“Aiamo scadenza 2018, sono sempre condente di poterlo fare a primavera con sei mesi di anticipo. Ora affronteremo questa annata di transizione con il massimo sforzo per ripartire gradualmente con tempi non lunghissimi”.

Campionato pessimo.
“C’è la consapevolezza che stiamo attraversando un rinnovamento complesso. C’è la volontà di affrontare questa annata di transizione con il massimo sforzo possibile, nella speranza che i tempi non siano troppo lunghi”.

estivo, li tutte le colpe?
“Rifarei tutti gli , anche se uno o due errori li aiamo fatti. Aiamo cercato di correggere, ma sono convinto che aiamo fatto una grande campagna . Chi non sta rendendo tornerà presto ai suoi livelli”.