Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: Entity: line 2: parser error : EntityRef: expecting ';' in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 217

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: ical rendendoli visivamente e narrativamente contemporanei: racconta l’up&down in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 217

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: ^ in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 217
ULTIM'ORA

Mia fa sognare: La-La-Land apre, Emma Stone regina di musical.

t_emma_stone_see_thru_boobs2

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: Entity: line 2: parser error : EntityRef: expecting ';' in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 217

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: ical rendendoli visivamente e narrativamente contemporanei: racconta l’up&down in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 217

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: ^ in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 217

di Paolo Jr Paoletti - “Ragazzi aandonatevi ai e non rinunciateci…”. Emma Stone, 27 anni, lavora da quando ne aveva 15 e ne parla con slancio…

“Come Mia, il mio personaggio, anche io ho fatto provini andati male ma ne ho voluti affrone di nuovi. Esperienze umilianti ti formano ma non ti impediscono di inseguire i tuoi e io avevo il mio, fare l’attrice”. Un nonno (paterno) svedese, sangue irlandese, scozzese e tedesco, Emma Stone ha cominciato con il teatro in Arizona dove è nata ma Hollywood, proprio come Mia di La La Land aspirante attrice che si mantiene come barista dentro gli studi della Universal sperando provino dopo provino di riuscire ad affermarsi. Leggenda vuole che Emma Stone non ancora quindicenne confezionasse un powerpoint intitolato Project Hollywood facendolo recapie a se stessa con Madonna come mittente pur di convincere i genitori a trasferirsi a Los Angeles per darle la possibilità di cominciare.

The Help, l’incontro con Woody Allen per Magic Moonlight e Irrational Man, l’ploit in Birdman e i due Spiderman e persino un debutto a Broadway con Cabaret: nel giro di 5 anni in cui ha ottenuto tra l’altro la nomination all’Oscar (Birdman) ed è stata inclusa tra le attrici emergenti.

Vita e personaggio sembrano casualmente coincidere, ”Damien e io aiamo parlato delle nostre esperienze, di quando arrivai a Los Angeles ma non ho mai pensato dopo un fallimento di tornare indietro in Arizona, un coraggio che invece Mia ha. Quello che penso è che non doiamo permettere che i vengano frustrati per questo – dice strappando applausi – dico ai di mettere da parte il cinismo con cui stanno crescendo, l’ironia che fredda per mettersi a lavorare duramente per affermare i propri ”.

Con Ryan Gosling (sul set del nuovo Blade Runner e quindi impossibilitato a partecipare alla e mondiale di La La Land questa sera a Venezia, film che lo potree pore sulla strada degli Oscar), Emma Stone è al terzo film – dopo Crazy, Stupid, Love e Gangster Squad – ”ormai siamo una coppia ma solo ora che aiamo ballato insieme siamo davvero afati, niente come imparare passi di danza ti mette in sintonia. Ci siamo dati fiducia reciproca”.

E il futuro? Per Emma Stone che ha appena finito La Battaglia dei Sessi in cui interpreta la tennista Billie Jean King nello storico incontro del 1973 in cui sconfisse il campione Boy Riggs (Steve Carell) si parla del ruolo da protagonista in Crudelia, il film sulla perfida della Carica dei 101.

Di passioni da inseguire – musica e cinema – di infranti ma mai accantonati parla anche Damien Chazelle. 31 anni appena, e con un film acclamato come Whiplash alle spalle che vinse tre Oscar, il regista di La La Land esce da Venezia già promosso. ”I film seguono percorsi intimi, sono influenzati dalla tua formazione, a me ad esempio interessava che un genere come il musical dato sempre per spacciato riuscisse ad interessare anche il blico di oggi imbibito di nuove icone. Questa d’amore, di tenacia, di memorie ntiche, di felicità e melanconia spero tocchi il blico disabituato al musical. E’ una magia demodè che ho sperato di tradurre per i di oggi: c’è bisogno di sognare ancora, la realtà non è quasi mai all’altezza dei . Di mio personale – prosegue Chazelle – ci sono le prime esperienze di quando 9 anni fa arrivai a Los Angeles sperando di fare il cinema. E’ una città non proprio amichevole e nella sceneggiatura ho messo tutti i clichè che ho vissuto dal traffico impazzito alle celebrities che ti camminano vicino. C’è qualcosa di poetico pensare con i che ti vivono dentro”