ULTIM'ORA

Mexes 4 turni, chiuso San Siro: Rocchi da 3!

C_3_Media_1798901_immagine_ts673_400

di Nina Madonna - Doppia stangata al Milan: 4 turni a Mexes, a porte chiuse in Milan-Udinese per cori razzisti.
In entrambi i casi l’arbitro Rocchi, non vede, non sente, non scrive. Pessimo, voto 3!

Philippe Mexes è stato fermato dal Giudice ivo con la prova tv. Una giornata per la doppia ammonizione, 3 per il pugno a Chiellini. Infrazione non rilevata dall’arbitro e dai suoi collaboratori. Ora è palese… gli arbitri che ci stanno a fare?

Quanto alla di a far scattare la sono stati i collaboratori della Procura federale che stazionano in tribuna. Hanno registrato in 3 occasioni, alcune centin di sostenitori del Milan intonare cori insultanti di discriminazione territoriale nei confronti di di altre società. Fatti avvenuti prima della partita, al 6′ e al 43′ del secondo tempo.

Oltre all’obbligo delle porte chiuse, il Milan dovrà pagare anche una ammenda di 50mila euro.
Furiosa reazione del Milan: “Il giudice ivo ha stabilito che l’AC Milan dovrà disputare la prossima gara casalinga a porte chiuse. Il provvedimento, che è privo di giustificazione, sarà oggetto di ricorso”.

Anche qui, Rocchi aveva fato orecchie da mercante!

Tosel ha poi to per 1 giornata: Balzaretti (), Magnanelli (Sassuolo), Mirante (Parma), De Jong (Milan), Glik ().
Multa di 15 mila euro all’Inter, e alla Lazio per l’utilizzo di raggi laser e di 5 mila alla per petardi e fumogeni.
E’ stato to per 1 giornata l’operatore sanitario del Sassuolo per insulti all’arbitro al 43′ del st contro il Parma.

Le decisioni d Tosel accertano l’incapacità totale degli arbitri: una sequele di errori di cui si perde il conto. Nella settima, chi ha sbalgiato di più?

L’errore più grave è il rigore dato alla contro l’Inter. Sbaglia Guida, giudice di porta. Era in linea con l’azione, non ha visto il fallo di Pereira su Gervinho avvenuto fuori area. Centrimetri, ma Guida è lì per quello. E fa cambiare idea a Tagliavento, che secondo la direzione di corsa non avrebbe fischiato il rigore.

Ennesima riprova della scarsa collaborazione fra arbitri e giudici di porta: se chi è lì per aiutarti, è anche un arbitro di A, ti fa sbagliare…!

Secondo errore grave di giornata lo fa ancora , stavolta a Parma.
Sull’espulsione di Mirante sbaglia alla grande: il vantaggio concesso dopo fallo su Berardi, si concretizza nel momento in cui il giocatore tira. Il vantaggio da la possibilità di tirare, e ciò avviene. Berardi tira e la palla è ribattuta da Lucarelli. Stop. L’espulsione non esiste.
Anche in questo caso è decisivo l’apporto negativo di Nasca, giudice di porta, che fa sbagliare , il quale con la presunzione di un vantaggio non concretizzatosi, sbaglia”.

Terzo errore grave in Samp-.
Gervasoni annulla il di Pozzi a fine primo tempo. Gervasoni fischia la punizione e avvisa il quarto uomo che dopo il tiro fischierà la fine. Sulla ribattuta della punizione di Palombo annulla il . Gervasoni sbaglia per due motivi:
1. Il reamento dice che, a tempo scaduto, solo in caso di rigore si può proseguire, facendolo battere e fischiando subito dopo la fine.
2. Insieme alla punzione, l’arbitro ammoniscee, il che allunga automaticamente il gioco di 30″: quindi la punizione va battuta, ed avviene, ma bisogna aspettare 30″ prima di fischiare la fine. Nei 30″ Pozzi segna ed il viene ingiustamente annullato.

I VOTI agli arbitri della settima giornata.
Chievo-Atalanta: Doveri 5
Inter-: Tagliavento 5
Parma-Sassuolo: 4
Bologna-Verona: Valeri 6
Catania-Genoa: Calvarese 6
-Livorno: Bergonzi 6
Sampdoria-: Gervasoni 4
Udinese-Cagliari: Peruzzo 6
ntus-Milan: Rocchi 3
Lazio-Fiorentina: Orsato 7

I TUFFATORI. Josè Mourinho si rivolge alla Uefa e accusa pubblicamente Neymar e Balotelli di ingannare gli arbitri…Forse Mou non ricorda Lulù Oliveira, uno specialista dell’autosgambetto.