ULTIM'ORA

Meret è un caso, Gattuso: non sono aziendalista!

SSC Napoli v FC Zurich - UEFA Europa League Round of 32: Second Leg

“Non sono un aziendalista”, la stoccata è per e Ancelotti!
Ringhio non vuole fare la ne del suo Maestro e dice chiaro che il cine-presidente deve rese fuori dalla scelte tecniche. Anche se queste possono svalue il capitale giocatori.

Riuta ingerenze tecniche e quindi gioca David Ospina al posto di Meret.
Portieri agli antipodi. Ma siccome il colombiano primeggia con i piedi si è conquistato il posto da titolare.

Gattuso vuole la costruzione dal basso che consente di attaccare in tante zone del campo se si salta la prima pressione. E’ indispensabile che anche il portiere aia buon piede.
Così in secondo piano Meret e le sue qualità siche (più alto e più esplosivo di gamba) nessuno dice chiaro che è più capace nella copertura della porta e nelle uscite.

La naturale evoluzione del ha oligato gli estremi ad imparare a calciare come un giocatore di movimento per avviare l’azione n dalla propria area di rigore. Un principio tattico che Gattuso non vuole assolutamente aandonare, come confermato anche dall’ammissione di colpa dell’allenatore dopo la scontta con la in campionato. In quell’occasione, Ospina per non gete il pallone se lo fece togliere da Immobile, che poi concluse verso la porta vuota segnando il della a pochi minuti dalla ne. “David ha sbagliato ma la responsabilità di quello che è successo è mia perché sono io che chiedo di cominciare sempre l’azione dal portiere. Se Ospina butta la palla io mi arraio. Si vede solo l’errore che ha fatto, ma non si vedono le quindici imbucate che ci ha permesso di fare. Lui per noi è un valore aggiunto perché ci permette di impose in maniera corretta. Io il portiere non lo chiamo portiere, lo chiamo giocatore perché per me il portiere oggi deve giocare il pallone” disse il tecnico lo scorso 11 gennaio, vistato da Sport, in una specie di manifesto calcistico.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply