ULTIM'ORA

Mendes, poi Raiola: il calcio è nelle loro mani!

07da572bf2f275f9be7bdc46a8e66944

di Nina Madonna - I procuratori non hanno mai avuto tanto come in questa fase storica del . Procuratori, o meglio mediari, perchè anche il ruolo dell’agente e rappresentante dei giocatori è cambiato si è evoluto, ha inglobato ruoli che vanno oltre la gestione del giocatore, afncandosi direttamente anche alle società, a volte prendendo direttamente anche il posto di una o entrambe. Un gioco che, ovviamente, porta soldi, tanti soldi, nelle casse degli agenti che possono, oggi più di ieri, complee affari che superano i 6 zeri.

​I TOP TEN. ‘ e nanza’ ha stilato una classica dei primi dieci procuratori e alcuni di questi, come Jorge Mendes o Mino fra gli altri, hanno un fatturato superiore a quello di molti europei. Tanti soldi, che, però, spesso escono dal mondo del . La nuova reamentazione non pone tetti alle commissioni purchè non si vada oltre il 3% dello stipendio lordo del giocatore o del prezzo del trasferimento. Per questo le cifre si stanno gonndo, e superare i 20 milioni di euro per qualunque tipo di giocatore è ormai la norma.

GUADAGNI. La deregulation messa dalla ha anche consentito la proliferazione di gure medie, con un grande economico e politico. Un caso su tutti? Secondo il Corriere della Sera è l’iraniano Kia Joorabchian, agente ma che non svolge la funzione di agente. E’ un uomo d’affari e come tale punta al guadagno. Si ma quanto guadagnano? Secondo il report ‘ mediaries in national transfers’, in tutto il mondo, tra il 2013 e il 2016, sono stati spesi 1,1 miliardi di dollari per le commissioni agli agenti. Ecco i primi 10 nella nostra gallery