ULTIM'ORA

Mazzari torna a Napoli e si scansa: “Belotti non lo faccio giocare”.

77J5H4DQ2748-kjOC-U11012659479025waB-1024x576@LaStampa.it

di Antonella Lamole - Diciamolo chiaro e subito: a si scansa…
Il Toro non ha più niente da chiedere al campionato e il tecnico non ha nessuna intenzione di inimicarsi il blico del .
Dice: “La classica più di tanto non ci può dare, bisogna pune sull’orgoglio”.
Contro il , dopo 4 anni nel fo, Walter spera in un Torino con i valori di Valentino Mazzola e compagni, onorati ieri a Superga.
Un ricordo che deve essere “stimolo e forza” per creare un gruppo che va oltre al valore tecnico, con queste ultime tre partite di campionato a dare indicazioni sulla pma stagione.
“Mi serve fare qualche esperimento, vedere chi ha giocato di meno”, dice il tecnico granata, che potrebbe rinunciare a capitan Belotti.
“Lui è una certezza, il suo valore non si discute e non me lo deve dimostrare certo ora – dice -. Mi interessa vedere sono più freschi”. Come Niang, una delusione no a questo momento. “Si sta allenando bene e dopo essere diventato padre è su di morale”, dice il tecnico granata. Il Toro, in caso di vittoria, potrebbe regalare lo scudetto alla . “Arbitri dello scudetto? Noi siamo arbitri soltanto di noi stessi”, taglia corto , che non crede ad un in disarmo dopo la scontta di . “Il è una squadra quasi perfetta. Quando sbaglia una partita, gioca al top quella dopo. Da questo punto di vista non potremmo avere nessun vantaggio”.