ULTIM'ORA

Max: no transizione ma 10 nuovi… Curva Sud chiusa.

MILANO -  SAMSUNG DISTRICY - CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE

di Antonella Lamole – “Tranquilli, faremo una grande stagione”. Massimiliano Allegri, ospite di Uno Mattina, manda un messaggio ai tifosi…”Non siamo partiti bene ma ci sono tutte le condizione per fare bene. Anno di transizione? Nelle grandi squadre l’anno di transizione non esiste. La Champions? Come l’anno scorso, un sogno da vivere”.
Alla presentazione della sua nuova APP, il tecnico della Juventus Massimiliano Allegri è tornato sul difcile inizio dei bianconeri: “Diciamo che in questo momento siamo una squadra in costruzione, non sappiamo dove possiamo arrivare e quali siano i margini di miglioramento. La nostra stagione inizia questa settimana. Il Chievo? Contro di l inizia la mia seconda avventura in bianconero. Adesso inizia un mese intenso fra campionato e Champions. Doiamo lavorare. La rosa è di ottimo valore ma con dieci giocatori nuovi è normale che serva del tempo. Quanto pesano le assenze? Pesano solo perché non aiamo fatto ancora un punto altrimenti non avreero pesato. Attraverso le difcoltà torneremo a fare quello che sappiamo. Marchisio? Oltre lui aiamo Lemina e Hernanes a disposizione. Rimane fuori solo Khedira. Penso solo positivo e non vedo perché si dea fare altrimenti. Aiamo tutte le potenzialità per fare bene. Vincere non è mai scontato, in nessun caso. Le avversarie si sono rafforzate e noi doiamo confermarci. Il di Milano? Si affronteranno due squadre che possono ambire allo e stanno già dimostrando di poter lote al vertice”.

In Juventus–Chievo la Tribuna Sud rimarrà chiusa, decisione del Collegio di Garanzia dello del cha conferma i precedenti gradi di giudizio, colpendo la Juventus e anche parte dei suoi aonati nonostante l’autore del reato non sia né aonato, né fosse in possesso di regolare biglietto per accedere allo Olimpico in occasione del di aprile.
La Juventus ribadisce l’urgenza di adeguare tutti gli stadi di Serie A alle più comuni misure e tecnologie di sicurezza perché le responsabilità collettive e, soprat, individuali, siano rapidamente acclarate e sanzionate in occasione di incidenti deplorevoli come quello avvenuto nello Olimpico di . Da aprile ad oggi nulla è successo. Pertanto la Società ha deciso di non riproporre l’iniziativa ‘Gioca con Me – Tifa con me’, che nelle stagioni scorse aveva coinvolto migliaia di bambini in deroga ad analoghi provvedimenti.