ULTIM'ORA

Mattarella avvilito, boccia i partiti: “governo di servizio o elezioni!”

Italy consultations

di Romana Collina - Dopo il giro di consultazioni con i leader politici e i di Camera e Senato, ha parlato il presidente della Repubblica: “Non esiste una maggioranza con la sola e i Cinque Stelle e si è rivelata impraticabile una maggioranza con Pd ed è stata sempre affermata da entrambe le parti, l’impossibilità di un’intesa tra il centrodestra e Partito democratico. Tutte queste indisponibilità mi sono state confermate questa mattina”, ha detto Sergio Mattarella.

“Il presieduto dall’onorevole Gentiloni – ha detto ancora Mattarella – che ringrazio per il lav che ha svolto e sta svolgendo in questa situazione anomala, ha esaurito la sua funzione e non può essere ulteriormente prgato in quanto espresso da una maggioranza parlamentare che non c’è più”. “Ritengo che sia più rispettoso” della dinamica democratica che a “portare alle sia un non di parte”. “L’ipotesi alternativa è indire nuove subito ma non vi sono tempi per il voto entro giugno, si potrebbero svolgere in piena estate ma finora è stato evitato perché per gli ni è diffi esercitare il voto, si potrebbe fissare in autunno”. “Sarebbe la prima volta che il voto popolare non viene utilizzato e non produce alcun effetto. Scelgano i partiti con il l libero comportamento e nella sede propria parlamentare. Cerchino una maggioranza per un neutrale entro l’anno oppure nuove subito, in autunno o nel mese di luglio”.

Poi ancora: “Mi compete far presente alcune preoccupazioni: che non vi sia tempo per approvare dopo il voto la legge di o entro fine anno con l’aumento dell’Iva e con gli effetti recessivi che questa tassa comporterebbe e il rischio di esporre la situazione finanziaria”.

“Dai partiti fino a pochi giorni a dietro è venuta più volta la richiesta di tempo per raggiungere intese. Può essere utile che si prendano ancora tempo per far maturare una maggioranza per una maggioranza di . Ma nel frattempo consentano che nasca con la fiducia un neutrale, di servizio. Laddove si formasse nei pmi mesi una maggioranza parlamentare si dimetterebbe con immediatezza per un politico”.