ULTIM'ORA

Mario segreto delle 5S, ma rischia con l’Inter!

mario_mandzukic_lapresse

di Antonella Lamole - E’ tornato dove aveva cominciato: da quando Allegri lo ha messo sulla fascia sinistra, Mario è il valore aggiunto della formula 5 Stelle. Potente, grintoso, anche creativo: in vista dell’ ecco come Mandzukic ha cambiato faccia alla Juve, diventando l’idolo dello . Eppure contro l’ potrebbe restare in panchina!

“La mia ispirazione non è essere il migliore della squadra, ma essere il meglio per la squadra”, così disse e scrisse dopo il 2-0 rilato al Sassuolo; una frase che esprime tutto lo spirito .

Dal 22 gennaio, quando Allegri ha varato l’attacco a ’5S’, Mario è tornato alle origini, su quella fascia sinistra già conosciuta ai tempi della Dinamo Zagabria e del .
In attesa della prova decisiva, domenica contro l’, ecco “Mr. no good”, nomignolo nato all’no dello spogliatoio – copyright di Evrà – per il “musone” di che ha cambiato marcia ai campioni d’, diventando indiscutibile.

La metamorfosi di Manduzkic si può riassumere nei numeri delle ultime 3 partite contro , (Coppa ) e Sassuolo, quelle in cui il croato è stato schierato nel ruolo di esterno alto nel nuovo 4-2-fantasia della Juve. Il numero 17 ha migliorato ogni voce a livello difensivo: i 5 duelli vinti per partita sono diventati 9, i passaggi da 26 sono lievitati a 38, i palloni recuperati hanno avuto un incremento del 300% (da 1,4 a 5). Allegri si ritrova per le mani un’ala di 190 cm per 86 kg, capace di toccare punte di velocità di oltre 30 km/h (sia contro che Sassuolo) e di sovrastare di testa quasi tutti gli avversari, come dimostrano i 6 contrasti aerei vinti nei match in questione contro i 2,3 della sua media in .