ULTIM'ORA

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: http://sport.sky.it/rss/sport.xml:590: parser error : StartTag: invalid element name in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: id><category>sport</category><pubDate>Fri, 17 Aug 2018 18:19:00 +0200</pubDate>< in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: ^ in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: http://sport.sky.it/rss/sport.xml:600: parser error : Premature end of data in tag item line 590 in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: </html> in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: ^ in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: http://sport.sky.it/rss/sport.xml:600: parser error : Premature end of data in tag channel line 1 in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: </html> in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: ^ in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: http://sport.sky.it/rss/sport.xml:600: parser error : Premature end of data in tag rss line 1 in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: </html> in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: ^ in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 336

Mancio: Nazionale di corsa, ci penso sempre.

mancini.galatasaray.panchina.2013.2014.356x237

In un’vista concessa a Il Giorno, l’ex tecnico dell’ Roberto apre concretamente per la prima volta all’ipotesi di succedere a Cesare alla guida della Nazionale: “Sono sempre stato un nazionalista, non dimentico mai l’, a maggior ragione quando sono all’estero per lavoro. Chi non sognerebbe di allenare la Nazionale? Io verrei anche di corsa”.

MI PAGANO PERCHE’ SONO BRAVO. sottolinea che nessuno l’ha ancora contattato dalla Federazione e chiarisce la sua posizione circa lo stipendio che andrebbe a percepire: “Fa molto piacere e mi rende orgoglioso essere nei pensieri di coloro che amano la Nazionale. La realtà, però, è che per ora non mi ha chiamato nessuno. Non è che uno viene pagato di più perché è simpatico. Se guadagna più di un altro calciatore o Brad Pitt più di un altro attore ci sarà un motivo… Se qualcuno pensa di andare a prendere Ancelotti, o non credo che parta con l’idea di pagarli quanto un allenatore che non ha vinto nulla”.

LARGO AI MIGLIORI. Sulla sua ipotetica Nazionale: “Anche sono ultratrentenni, chiamerei certamente Pirlo e Buffon, perchè per vincere i fuoriclasse sono determinanti”. Sull’eccesso di stranieri nel nostro campionato: “Se uno è bravo e fa la differenza, è giusto che giochi, altrimenti meglio scegliere i nostri. Negli anni ’80 furono riaperte le frontiere e i nostri presero solo fuoriclasse, altrimenti si puntava sugli ni. Che senso ha prendere giocatori all’estero che non hanno niente da insegnare ai nostri?”.

. “E’ giovane, anche se il tempo passa e lui deve svegliarsi perchè non ti aspetta nessuno. Parliamo dello stesso giocatore che ha trascinato l’ all’Europeo due anni fa; al è andato male e da noi c’è la tendenza ad “ammazzare” i giocatori quando le cose non vanno bene. Mario deve capire però che il suo lavoro è quello che si sogna da bambini e che è pagato profumatamente. Deve fare soltanto una cosa: rispete l’allenatore e aiue i compagni a vincere”.