ULTIM'ORA

Mancio ‘chiama’ DeLa: nulla da dire? Ciao autorevolezza

627Mancini_D0B6278

di Nina Madonna - “Piuttosto – chiede – il presidente del non ha nulla da dire?”.

La risposta arriva da Carlo Verdone, durante il programma Non è un paese per su Radio 2: “Così Sarri perde autorevolezza. Oggi Sarri gode di grande stima da parte di tutti, perché il gioca benissimo. Non ha bisogno di dire queste cose, perde autorevolezza”.

Posizione negata da quanto racconta Il Mattino: Aurelio si schiera dalla parte del suo allenatore. Non prenderà provvedimenti nei confronti di Maurizio Sarri…Tra i due qualche scambio di battute, la solita stima: Sarri avree riferito a che le sue frasi sono state dette in un momento di nervosismo.

Roberto a freddo spiega: “Quelle frasi non hanno offeso me, ma hanno offeso tante persone che vengono prese in giro e soffrono tutti i giorni per questa battute”.

Neanche una parola sulle scuse, anzi: “Mentre Sarri mi diceva “frocio e finocchio” era a un passo dal guardalinee e dal quarto uomo, e quelli impassibili – come scrive La Reblica – Sono sceso negli spogliatoi e lui faceva ancora lo sbruffone: “E vaè scusa, t’ho chiesto scusa, che vuoi ancora?”.

Allora gli ho risposto male: “Ma non hai capito che hai 60 anni e certe cose non le devi proprio dire?”.
Testimoni riferiscono di un insulto di seguito da: “Tornatene ad allenare in C”.

Mancio accusa: “E’ ora di finirla con certe , quando ci sono persone che tutti i giorni le subiscono e soffrono e ci si rovinano la vita. Per giunta non possono arrivare da una persona di 60 anni, e che allena in serie A”.

La vicenda ha girato il mondo dove c’è una maggiore sensibilità ed educazione iva.
Ma finirà all’na: 2 giornate di squalifica e .