ULTIM'ORA

Macalli: Agnelli? Spolpati italiani e calcio: 90% pippe.

void(0)

di Romana Collina – “Chi ha un programma si presenti, lo esponga e venga a prendere i . Gli scienziati atomici che sento parlare non ci fanno ”: entrata da ‘rosso’ di Mario Macalli, presidente della , contro Andrea Agnelli. La che sostiene la candidatura della Lnd con Carlo Tavecchio, attaccato ieri dal presidente della Andrea Agnelli e dall’ad del Milan .
“Sento nomi sparati a vanvera, così tanto per fare”, ribatte Macalli.
“Quando io vado a lavorare, produco e pago le tasse. La famiglia Agnelli ha spolpato l’, non sono unti dal Signore e clown e ballerine assunti dalle devono smettere di offendere. Hanno solo un cognome e senza quello, forse, andrebbero in un tornio ogni mattina e vediamo quanti pezzi producono in un’ora. Io mangio a casa mia. Non vado a mangiare con i soldi del governo no”.

“Mi auguro che un giorno queste persone si siedano a parlare con noi che abbiamo le badanti e vediamo – dice Macalli – chi ha bloccato il no facendo giocare il 60% di stranieri nelle loro squadre, e il 90% sono pippe. Parlano di squadre B, ma quanti hanno tirato fuori dai loro vivai? Da me non farebbero nemmeno i portinai”.

In vista dell’assemblea per l’elezione del presidente della Feder, Macalli ha chiarito che le società di “voteranno secondo la loro volontà ma come presidente ho il dovere di dire loro cosa penso. E poi i clown e ballerine assunti dalle devono smettere di offendere”.