ULTIM'ORA

Salah ko ha deciso tutto, no Mondiale!

Ukraine Soccer Champions League Final

di Paolo Paoletti - Salah salterà il in Russia che comincia tra 20 giorni! L’uscita dell’egiziano a Kiev ha deciso la finale: andrà sotto i ferri, clavicola rotta o lussazione scomposta…
La Champions resta a Madrid. Alla squadra più forte del Mondo!
Zinedine Zidane l’ha vinta per la terza stagione di fila battendo 3-1 il nella finale di Kiev.
Il francese è il primo tecnico a vincerla per 3 anni di fila. Mentre per i madridisti si tratta del 13° tra Coppa Campioni e Champions.
I gol sono arrivati tutti nella ripresa: dal vantaggio di Benzema al pari di Manè, quindi la doppietta di Gareth Bale entrato dalla panchina.
Molti gli episodi decisivi.
L’infortunio di Salah, uscito al 30′ per un problema alla spalla sinistra. L’egiziano è uscito in lacrime ed il ha faticato a riprendersi.
Poi la spettacolare rovesciata di Bale per il 2-1.
Ma soprat le papere del portiere Loris Karius il quale passerà alla per due errori clamsi. Prima ha rinviato sui piedi di Benzema la palla dell’1-0; poi ha ‘bucato’ l’intervento su un tiro centrale di Benzema.
Anche lui ha finito la partita in lacrime.

LA SVOLTA. Salah era rimasto vittima 3 minuti prima di un duro contrasto di gioco con Sergio Ramos, difensore del Real Madrid.
L’egiziano ha provato a rimanere in campo, ma ha dovuto arrendersi al dolore ed è uscito piangendo, mentre Manè cercava di consolarlo. Al suo posto Lallana è stato quasi nullo.
Cinque minuti dopo Salah, è uscito in lacrime anche Carvajal del Real, per un problema muscolare. Al suo posto Nacho ha fatto bene.

PROTAGONISTI. Bale nel bene e Karius nel male. Sono l i due protagonisti della finale di Champions League vinta 3-1 dal Real Madrid contro il a Kiev. Il portiere tedesco regala il gol del vantaggio a Benzema, rilanciandogli addosso con le mani il pallone, poi finito in rete.
Rinvigorito dal momentaneo pareggio di Mané, Karius non può far nulla sulla rovesciata di Bale, che poi lo sorprende con un tiro dalla lunga distanza sul quale commette la seconda papera di una serata da incubo.
Fatte le debite proporzioni con la diversa importanza delle due competizioni, un po’ come era successo lo scorso 9 maggio a Donnarumma nella finale di persa 4-0 dal Milan contro la a Roma.

AI RIPARI. Recentemente il ha sondato proprio i due portieri italiani in campo quella sera all’Opico: Buffon ha detto ‘No, grazie’ perché preferisce il PSG, Donnarumma ragiona.
Il problema per Gigio è che la valutazione di fatta dal Milan (50-60 milioni di euro) è lontana di quella di Kloop… i Reds arrivano fino a 40 milioni.
C’è ancora tempo per trovare altre soluzioni, ma è certo che al serve un nuovo portiere.