ULTIM'ORA

Lunedi risorge il Fila, Stadium 12° in Europa. ADL impari!

DENTRO.nuovo.stadio.filadelfia.torino.2016

di Antonella Lamole - Lunedì lo stadio Filadelfia, costruito nel 1926 dal Enrico Marone di Cinzano, presidente del Torino, compie 90 anni. A gennaio 2017 sarà inaugurato il nuovo Filadelfia ricostruito da Urbano Cairo.
E’ costato 6,5 milioni ed i lavori durati neanche 2 anni!

Un’altro schiaffo a De Laurentis dopo Lo Stadium della e quello di Udine! Perfino il Sassuolo di Squinzi ha il ‘Mapei’ anche se non a Sassuolo.
Il cinepresidente blatera del Collana al Vomero? Bene, il Torino ha dimostrato che è possibile riqualificare vecchi impianti sportivi e eri in piena città. Delle due l’una: De Laurentis smetta di prenderci in giro, il Comune lo cacci da Napoli!

L’architetto Aimetti che ha seguito i lavori del nuovo ‘Fila’, spiega: “Il progetto del Filadelfia è un’importante operazione di riqualificazione urbana e di ricostruzione di uno spazio blico/privato che aveva logiche ben definite, a garantire un rapporto tra i tifosi e la squadra particolare. Si è riusciti a riproporre quel luogo. Il Filadelfia sarà diverso nell’aspetto rispetto rispetto a quello che era, non sarebbe stato possibile il contrario per ragioni di budget e di normativa, ma permetterà ai tifosi di avere quel contatto che, molto probabilmente, è mancato in questi anni.
E’ unico il Filadelfia nel panorama delle squadre italiane: nel vecchio Fila il T si allenava e giocava le partite di , il nuovo Filadelfia sarà il centro tecnico del T, sede della società, dove si allenerà la prima squadra e, probabilmente, giocherà le partite la Primavera.
Di quello stadio rimarranno le due piccole gradinate su via Filadelfia e via Spano, la biglietteria e l’obelisco. Ma riproporrà le sensazioni e le abitudini.
Al nuovo Filadelfia tutti i giorni ci sarà la squadra e si potranno vedere molti allenamenti.
Dal Filadelfia partirà e tornerà la squadra dalle trasferte. Al Filadelfia si festeggeranno le vittorie.

Da questo punto di vista penso che la parte più importante del progetto sia infatti la piazza posta tra i due campi. I campi saranno entrambi di assoluta qualità dotati di riscaldamento e un ottimo sistema di drenaggio. Penso che portare il Museo nell’area del Filadelfia sia l’idea più giusta: rientra nel concetto di distretto granata. Ora non so a che punto sia l’operazione che riguarda il Museo, sicuramente c’è un problema di risorse economiche”.

Dal 27 ottobre al 19 novembre presso presso la Biblioteca Civica di Villa Amoretti, ci sarà una mostra sul Filadelfia: “Il T torna a casa”, con articoli e fotografie sul vecchio stadio dal 1926 al 1963.
Per il nuovo Fila, si possono ancora comprare i seggiolini della tribuna riservandosi l’opportunità di mettere il proprio nome e cognome sulla targhetta in corrispondenza dei 2mila posti al coperto: il prezzo va da 1000 a 2mila euro, secondo la posizione.

Dolenti note…750 milioni di euro.
Secondo Il Sole 24 Ore, è quanto perdono ogni anno i club di A per colpa degli stadi vecchi.
Le voci incidono così:
1. spettatori e prezzi dei biglietti; 180 milioni;
2. consumi del match-day: 120 milioni;
3. naming rights: 100 milioni;
4. hospitality e sky box: 350 milioni.

Il mancato ammodernamento delle infrastrutture sportive pesa su guadagni e presenze: la media degli spettatori per partita della Serie A è diminuita dai 34mila del 1989/90 ai 21mila del 2015/16.
La media italiana di riempimento delle arene (età media oltre 60 anni) è pari al 55,2%.
La Ligue 1 francese ha il 66,8%, la Liga spagnola (dove a Madrid comune e Real hanno appena raggiunto l’accordo sul restauro del Santiago Bernabeu da 400 miliioni) il 68,3%, mentre a dominare la scena sono e Premier League, rispettivamente con il 91,9% e il 95,5%.

Gli esempi virtuosi di ntus, Udinese e Sassuolo sono rare eccezioni.
Casi limite: la Roma è in attesa del via libera per l’impianto, il Crotone non ha uno stadio a norma.

TOP 10. La Stampa blica la classifica di Deloitte sui 10 stadi che fanno maggiori incassi in 2014/2015:
1. Emirates dell’ con 132 milioni di euro (il 30% del bilancio);
2. Real Madrid: 129,8;
3. : 116,9;
4. Manchester United: 114;
5. Chelsea: 93,1;
6. Bayern Monaco: 89,8;
7. PSG: 78;
8. Liverpool: 75;
9. Manchester : 57;
10. Borussia Dortmund: 54,2;

Il Parco dei Principi è l’unico impianto non di proprietà del Comune di Parigi, affittato con 75 milioni dagli emiri del PSG.
La ntus è la prima delle squadre italiane al 12° posto con 51,4 milioni di euro.