ULTIM'ORA

Luis Enrique top 2015. Roma ricordi?

fc_barcellona_06_82356_immagine_obig

di Bianca Latte - Di era scontato, Luis Enrique è la grande sorpresa del Pallone d’ 2015. Il tecnico del ha battuto Jorge Sampaoli, vincitore della Coppa America con il Cile, e Pep , allenatore del .
Per Lucho un grande riconoscimento per il lav fatto cxol Barça. A soli 45 anni, dopo gli inizi con il B, ha tentato senza successo il lasciando la Roma dopo una sola stagione.

Il in Spagna, con una bella al Celta Vigo, è stato il trampolino alla panchina più importante del , con cui ha conquistato lo storico Triplete (Liga, Coppa del Re e Champions League) permettendogli di vincere come miglior allenatore al mondo 2015.

Buon per Luis Enrique, Conte e Buffon hanno aentato una clamsa coda polemica al Pallone d’ 2015.
Inizialmente la mancata presenza del Ct dell’, Antonio Conte, e del capitano azzurro, Gianluigi Buffon, dall’elenco ufficiale dei votanti, diffuso dalla FIFA, aveva fatto pensare a un grande giallo.

La mancata presenza dei due avrebbe un motivo preciso: entrambi, per decisione della Feder, non hanno espresso le l preferenze per protesta nei confronti degli organizzatori.
Motivo? L’esclusione di Buffon, portiere di Nazionale e Juventus, dalla lista dei 50 candidati al premio.

Sicuramente un modo singolare di far sentire le proprie ragioni alla FIFA, visto che non era mai successo prima che i due rappresentanti designati al voto di un Paese non votassero intenzionalmente.

Conte e Buffon non sono gli ultimi nomi noti astenutisi dal voto sul vincitore del Pallone d’ 2015: con l anche il capitano della Spagna Iker Casillas.

Una curiosità infine relativa al capitano di Vanuatu: ha votato per Paul Pogba, Thomas Müller e Alis Sanchez.