ULTIM'ORA

Luis Enrique top 2015. Roma ricordi?

fc_barcellona_06_82356_immagine_obig

di Bianca Latte - Di Messi era scontato, Luis Enrique è la grande sorpresa del Pallone d’ORO 2015. Il tecnico del Barcellona ha battuto Jorge Sampaoli, vincitore della Coppa America con il , e Pep , allenatore del Bayern Monaco.
Per Lucho un grande riconoscimento per il lavoro fatto cxol Barça. A soli 45 anni, dopo gli inizi con il Barcellona B, ha tentato senza successo il lasciando la dopo una sola stagione.

Il in Spagna, con una bella salvezza al Celta Vigo, è stato il trampolino alla panchina più importante del Barcellona, con cui ha conquistato lo storico Triplete (Liga, Coppa del Re e Champions League) permettendogli di vincere come miglior allenatore al mondo 2015.

Buon per Luis Enrique, e Buffon hanno alimentato una clamorosa coda polemica al Pallone d’Oro 2015.
Inizialmente la mancata presenza del Ct dell’, Antonio , e del capitano azzurro, Gianluigi Buffon, dall’elenco ufciale dei votanti, diffuso dalla FA, aveva fatto pensare a un grande giallo.

La mancata presenza dei due avree un motivo preciso: entrambi, per decisione della Federcalcio, non hanno espresso le loro preferenze per protesta nei confronti degli organizzatori.
Motivo? L’esclusione di Buffon, portiere di e Juventus, dalla lista dei 50 candidati al premio.

Sicuramente un modo sinare di far sentire le proprie ragioni alla FA, visto che non era mai successo prima che i due rappresentanti designati al voto di un Paese non votassero intenzionalmente.

e Buffon non sono gli nomi noti astenutisi dal voto sul vincitore del Pallone d’Oro 2015: con loro anche il capitano della Spagna Iker Casillas.

Una curiosità inne relativa al capitano di Vanuatu: ha votato per Paul Pogba, Thomas Müller e Alexis Sanchez.