ULTIM'ORA

L’Italia peggiora: 1-1 e tanti fischi. Balo giù, male i 3 registi.

-rossi-sapeva-gia-tutto-

di Paolo Paoletti – “Non è un collaudo fallito. Abbiamo lavorato fino a ieri, abbiamo consapevolezza di poter fare un buon MOndiale. Value posizione di candreva., ma ho visto cose interessanti. Balo ha vuto 2 palle nel primo, con Cassano c’è più qualità vicino al porta. Poi abbiamo completamente sbagliato marcatura sul pareggio. Non è una bocciatura del sistema di gioco, nè di Verratti”. difende a denti stretti la sua Nazionale.

L’ pareggia ancora, stavolta 1-1 contro il Lussemburgo reduci da 5 beccati dal Belgio.
Se dovessimo paragonare il Lussemburgo a Panama e i risultati di , e Belgio, siamo messi male.
Le amichevoli non hanno mai portato bene agli azzurri, ma 6 pareggi e 1 sconfitta nelle ultime 8 partite non possono non preoccupare.

Partiti bene con il di Marchisio, abbiamo sprecato tanto e calati terribilmente dopo il 20′. Questa è quanto hanno nelle gambe gli azzurri a 10 giorni da Inghilterra-. Cosa può succedere in poco più di una settimana, compreso viaggio e acclimatamento non facile?

Diamo a Cesare quel che è di Cesare e confidiamo nel Cittì.
Chi gli vuol bene, però deve dirgli la : ok psicologia del cambiamento e programmazione motivazionale, ma anche questa Nazionale ha bisogno di bastone. Gli schiaffi servono sempre, sopratutto nella fase a gironi. Il Lussemburgo, per fortuna, ne ha dato uno forte.
E manca solo l’ultimo test, col Fluminense l’8 giugno in

non è affatto in forma. E’ nervoso e plateale coi compagni. Basta prendersela con tutti da Bonucci in poi.
Marchisio e Candreva si sono infati e contrariamente a quanto detto da molti, Verratti ha tenuto bene il primo tempo nonostante la gara giocata appena 3 giorni fa. Ovviamente Pirlo defilato e la girandola dei 3 registi con de vertice basso, ha bisogno di gambe, testa, tempo.
La Nazionale non ne ha.

Cassano, l’unico che può giocare tra le linee, non si faccia prendere da frenesie. Da lui ci si aspetta giocate e lucidità. Non e casino.

Il vero punto dolente però è la difesa: ancora un su d’ano contro dopolavoristi: ma si puo?
Bonucci e Chiellini sono a pezzi. Barzagli non è nemmeno sceso in campo. La lentezza dell’impostazione da dietro vanifica la corsa di Abate e De Sciglio, peraltro poco inclini a dete profondità.
Meglio dimenticare.

Brutta a Perugia, pessimi prei. L’Umbria era accorsa entusiasta e in massa a salue gli azzurri. Poi ha fischiato prima di andare via.
Il pari è pessimo viatico. A tutto c’è un limite.
Cesare può farcela, deve farcela.
Altrimenti: ‘quote tu’… saranno coltellate!