ULTIM'ORA

L’Italia è ok nell’Europa dei piccoli!

Soccer: Uefa Europa League, Atalanta-Everton

di Nina Madonna - Si è spostata mezza città. C’era tanta emozione siamo felici di aver regalato questa serata ai nostri ”. Gian Piero Gasperini sorride, entusiasta.
L’Atalanta ha stravolto i pronostici e ha rilato una scontta netta all’Everton di Rooney. “Temevo l’Everton per la sicità – continua il tecnico dei bergamaschi – ma oggi è andata davvero bene. Domenica in campionato non aiamo fatto benissimo, speravo invece questa sera di giocare con tranquillità e qualità”. Tanti complimenti anche a Petagna: “Quando gioca così fa la differenza, può sempre rappresene un valore in più.
Aiamo fatto una buona preparazione e disputato molte partite prima di ora, la nostra è una squadra che fa tanto movimento e che prende nota anche dal campionato scorso. Campionato e coppa? Lo sappiamo, da due giorni siamo a Reggio e l’aiamo vissuta con grande attesa, ovvio che c’è stanchezza, giocare di lunedì saree meglio, ma aiamo una rosa ampia e voglio creare una squadra che possa giocare con più giocatori”.

. La riscossa di André Silva, le verticalizzazioni di Calhanoglu e in generale spirito e qualità di gioco del . Vincenzo elenca i lati più positivi del 5-1 in League contro l’Austria Vienna. “Questo tipo di partite sono diverse da quelle della , André Silva ha avuto spazio, ma questa tripletta e questa prestazione gli daranno più ducia”, ha notato l’allenatore rossonero, osservando che la batosta di domenica scorsa contro la “ci ha fatto male, o forse bene: oggi siamo stati più corti, compatti, avevamo qualcosa in più, ora la fame va alimentata. La squadra ha giocato in velocità, ha chiuso la pratica subito in modo cinico, poi si è vista la voglia di soffrire e essere compatti. Si è visto anche un piccolo calo di tensione”.
ha lodato Calhanoglu (“una prestazione di grandissima qualità”) e ha confermato l’intenzione di proseguire con la difesa a tre: “Questa è una squadra in divenire, con l’arrivo di Bonucci aiamo pensato di poter giocare così”.

. Soddisfatto e felice. Così si è presentato a ne partita Inzaghi dopo la in rimonta della col Vitesse. “Aiamo fatto una buona gara, anche nel primo tempo – ha spiegato -. Sono soddisfatto: aiamo vinto e ho avuto le risposte che cercavo”. Poi una battuta su Luis Alberto: “Ha cambiato tre ruoli in questa partita, è un giocatore completo e il nostro valore aggiunto. Ora non posso farne a meno, è un elemento preziosissimo”.
“Il Vitesse è una buona squadra, non ero nto di averli presi al sorteggio. Davanti sono pericolosi e alla prima disattenzione aiamo preso un gol da evie – ha aggiunto il tecnico biancoceleste -. Nella ripresa poi ci siamo corretti tatticamente e aiamo rimontato”. “Non era mai successo in queste quattro partite di andare sotto, ma ho avuto buone risposte dai ragazzi anche nella prima frazione”, ha proseguito. Poi sul turnover: “Quest’anno sarà molto più difcile con l’ League, spenderemo tanto a livello sico e mentale. I giocatori vanno alternati nel migliore dei modi”. Quanto alle seconde linee, Inzaghi non boccia nessuno. “Di Gennaro ha dato buone geometrie, lo stesso Luiz Felipe ha fatto bene. È stato sfortunato: ha preso l’ammonizione e subito dopo sul primo gol non ha accorciato in tempo. L’ho cambiato per non rischiare l’espulsione”. “Potevamo segnare di più, sono nto di Caicedo che ha lottato ed è stato bravissimo sul gol di Immobile”, ha aggiunto. “Spero che rientrino al più presto Felipe, Nani e Wallace: ci daranno tanto”, ha poi concluso.