ULTIM'ORA

Lippi da DT: “solo 5 stranieri a club!”

lippi-italia

di na Collina - ” I si mettano d’accordo, non più di 5 stranieri per squadra”….
E’ la soluzione di Marcello Lippi per dare un al no e maggiori chance al Cittì per le convocazioni.
A “Radio anch’io lo sport”, Lippi ha sottolineato il problema di Antonio Conte che deve scegliere su una platea limitata a solo il 35% di ni. Dieci anni fa, quando La di Lippi trionfò a Berlino, gli ni in campo nelle squadre di erano invece il 66%.

Come invertire questa tendenza?
“E’ possibile solo se c’è la volontà dei presidenti. Legalmente non si può fare, c’è la libera circone dei lavoratori, e i calciatori sono lavoratori dipendenti, quindi possono giocare ovunque, Basteree che si mettessero d’accordo i presidenti, decidendo che d’ora in avanti prendono massimo 5 stranieri per squadra e gli altri 6 in campo sono ni. Lo so che è pura fantasia, ma è l’unica cosa possibile. Tutti dicono che ci sono troppi stranieri, serve un patto d’onore”.

Torna in azzurro?
“Non sono i giocatori o gli tecnici che annunciano gli ingaggi. Sono scelte che spettano a e federazioni. Ho sempre detto che mi piaceree continuare a svolgere dei ruoli nel , ma non più quello dell’allenatore. Da quando faccio questo mestiere, non sono mai gli allenatori che comunicano l’ufcialità di un ingaggio, è sempre una società o una federazione”.

Dieci anni dopo: Buffon, Barzagli, immortali…
“Penso spesso a quel Mondiale. Sono in contatto con i giocatori che hanno partecipato a quell’impresa tanti sono ancora protagonisti. Penso a Buffon, Barzagli, , che è riuscito a convincere tutti per giocare ancora un anno. Sono giocatori immortali. Non penso mai al loro , sono ancora protagonisti”