ULTIM'ORA

L’inter torna pazza, male anche Conte!

lautaro.lukaku.inter.abbraccio.2020.750x450

di Nina Madonna - L’ domina il Sassuolo per 70′ poi, rischia di cancellare tutto, impazzemdo per venti minuti di . Calo fisico e mentale che avrebbe compromesso una buona prestazione, almeno fino al rigore del 4-1 di Lauo.
Sbavature, si, ma nel complesso giocate collettive e individuali che legittimavano la .
Sopratutto con la coppia del gol!

Dominante Lauo Martinez, attaccante totale, esploso CON il gol al e da allora sempre da 8 in pagella: bravo sotto porta, prezioso nel palleggio, lottatore e rifinitore. Lauo ha piedi buoni, senso del gol, garra sudamericana. E in una squadra senza faro a centrocampo (il vice di , Cristian Stellini, ha lasciato aperta la porta al recupero di Sensi per il Dortmund) anche nella zona nevralgica del campo, con il maratoneta Brozovic capace di dire e costruire.

Segnali positivi anche da Lukaku, doppietta a parte, e Candreva, instancabile in fascia.
Insomma, tutto bene, difesa a parte fino alla mezzora della ripresa.
Poi il buio, coinciso con l’ingresso di Lazaro.

Un black-out to inizialmente all’esterno austriaco, il quale perdendo subito un pallone avviava l’azione del 2-4, che mette all’.
Da questo momento in poi, voto negativo sul singolo (che anche con lo Slavia Praga aveva mostrato iti) è calo collettivo impressionante e ingiustificato.

Calo fisico e mentale, con un’ intimorita, ripiegata, stanca, confusa.
Incertezze pesanti che con il Sassuolo non sono costate i 3 punti ma che contro il Dortmund sarebbero letali.
Come ha detto Stellini chiamato a sostituire il febbricitante nel post partita, incertezze da analizzare con attenzione. Perché un’, non può essere l’ di !

NOTE. L’ risponde alla Juve. Non bene ma risponde. Al Mapei um la squadra di batte il Sassuolo 4-3 e resta a -1 dai bianconeri.
Nel primo tempo Martinez sblocca il match dopo 2′, poi Lukaku firma una doppietta (38′-45′) dopo il momentaneo pareggio di Berardi (16′). Nella ripresa il “Toro” arrotonda il risultato dal dischetto (71′), poi Djuricic (74′) e Boga (81′) accorciano le distanze facendo tremare i nerazzurri nel finale.

VOTI DECISIVI
Lauo Martinez 7,5. Implacabile, ispirato, rapido a rimorchio di Lukaku. Un gol, uno annullato, un rigore procurato e uno segnato.
Lukaku 7. Parte male, si accende nel finale del primo tempo. Doppietta pesante, mix di fisicità e freddezza.
Candreva 6,5. Attacca Tripaldelli con continuità, ispira il gioco sulla destra, spingendo e coprendo. Gamba e idee chiare come vuole .
Lazaro 5. Entra per Candreva e l’ trema. Senza posizione, dalla sua parte i nerazzurri soffrono.

Berardi 6,5. Servito poco, riesce a trovare il guizzo per il momentaneo pareggio sorprendendo tutti con un diagonale chirurgico di
Marlon 4,5. Lento, impacciato e disordinato. Perde miseramente il duello con Lauo Martinez, provocando anche il rigore.
Boga e Djuricic 7. Entrano e il Sassuolo cambia. Tengono aperta la gara fino alla fine.

TABELLINO. SASSUOLO- 3-4
Sassuolo (4-3-1-2): Consigli 5,5; Muldur 5,5 (32′ st Toljan 5,5), Marlon 4,5, Peluso 5, Tripaldelli 5; Duncan 6, Obiang 5 (6′ st Boga 7), Magnanelli 6; Traoré 6 (20′ st Djuricic 7); Berardi 6,5, Caputo 5,5.
A disposizione: Turati, Russo, Defrel, Raspadori, Romagna, Piccinini, Ghion, Locatelli, Kyriakopoulos.
Allenatore: De Zerbi 6

(3-5-2): Handanovic 5,5; Skriniar 5,5, De Vrij 6, Bastoni 5,5; Candreva 6,5 (28′ st Lazaro 5), Gagliardini 5,5, Brozovic 6, Barella 6, Biraghi 6; Lauo Martinez 7,5 (27′ st Politano 5,5), Lukaku 7 (45′ st Vecino sv).
A disposizione: Padelli, Berni, Godin, Ranocchia, Asamoah, Borja ro, Dimarco, Esposito.
Allenatore: 5,5

Arbitro: Giacomelli
Marcatori: 2′ Martinez (I), 16′ Berardi (S), 38′ Lukaku (I), 45′ rig Lukaku (I), 26′ st rig. Martinez (I), 29′ st Djuricic (S), 36′ st Boga (S)
Ammoniti: Obiang, Duncan, Magnanelli, Muldur (S); De Vrij, Bastoni, Lazaro (I)

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply