ULTIM'ORA

L’inter torna pazza, male anche Conte!

lautaro.lukaku.inter.abbraccio.2020.750x450

di Nina Madonna - L’Inter domina il Sassuolo per 70′ poi, rischia di cancellare , impazzemdo per venti minuti di . Calo fisico e mentale che avrebbe compromesso una buona prestazione, almeno fino al rigore del 4-1 di Lauo.
Sbavature, si, ma nel complesso giocate collettive e individuali che legittimavano la vittoria.
Sopra con la coppia del !

Dominante Lauo Martinez, attaccante totale, esploso CON il al Barcellona e da allora sempre da 8 in pagella: bravo sotto porta, prezioso nel palleggio, lottatore e rifinitore. Lauo ha piedi buoni, senso del , garra sudamericana. E in una squadra senza faro a centrocampo (il vice di Conte, Cristian Stellini, ha lasciato aperta la porta al recupero di Sensi per il Dortmund) anche nella zona nevralgica del campo, con il maratoneta Brozovic capace di interdire e costruire.

Segnali positivi anche da Lukaku, doppietta a parte, e , instancabile in fascia.
Insomma, bene, difesa a parte fino alla mezzora della ripresa.
Poi il buio, coinciso con l’ingresso di Lazaro.

Un black-out legato inizialmente all’esterno austriaco, il quale perdendo subito un pallone avviava l’azione del 2-4, che mette all’Inter.
Da questo momento in poi, voto negativo sul sino (che anche con lo Slavia Praga aveva mostrato iti) è calo collettivo impressionante e ingiustificato.

Calo fisico e mentale, con un’Inter intimorita, ripiegata, stanca, confusa.
Incertezze pesanti che con il Sassuolo non sono costate i 3 punti ma che contro il Dortmund sarebbero letali.
Come ha detto Stellini chiamato a sostituire il febbricitante Conte nel post partita, incertezze da analizzare con attenzione. Perché un’Inter, non può essere l’Inter di Conte!

NOTE. L’Inter risponde alla . Non bene ma risponde. Al Mapei Stadium la squadra di Conte batte il Sassuolo 4-3 e resta a -1 dai bianconeri.
Nel primo tempo Martinez sblocca il match dopo 2′, poi Lukaku firma una doppietta (38′-45′) dopo il momentaneo pareggio di Berardi (16′). Nella ripresa il “Toro” arrotonda il risultato dal dischetto (71′), poi Djuricic (74′) e Boga (81′) accorciano le distanze facendo tremare i nerazzurri nel finale.

DECISIVI
Lauo Martinez 7,5. Implacabile, ispirato, rapido a rimorchio di Lukaku. Un , uno annullato, un rigore procurato e uno segnato.
Lukaku 7. Parte male, si accende nel finale del primo tempo. Doppietta pesante, mix di fisicità e freddezza.
6,5. Attacca Tripaldelli con continuità, ispira il gioco sulla destra, spingendo e coprendo. Gamba e idee chiare come vuole Conte.
Lazaro 5. Entra per e l’Inter trema. Senza posizione, dalla sua parte i nerazzurri soffrono.

Berardi 6,5. Servito poco, riesce a trovare il guizzo per il momentaneo pareggio sorprendendo tutti con un diagonale chirurgico di
Marlon 4,5. Lento, impacciato e disordinato. Perde miseramente il duello con Lauo Martinez, provocando anche il rigore.
Boga e Djuricic 7. Entrano e il Sassuolo cambia. Tengono aperta la gara fino alla fine.

TABELLINO. SASSUOLO-INTER 3-4
Sassuolo (4-3-1-2): Consigli 5,5; Muldur 5,5 (32′ st Toljan 5,5), Marlon 4,5, Peluso 5, Tripaldelli 5; Duncan 6, Obiang 5 (6′ st Boga 7), Magnanelli 6; Traoré 6 (20′ st Djuricic 7); Berardi 6,5, Caputo 5,5.
A disposizione: Turati, Russo, Defrel, Raspadori, gna, Piccinini, Ghion, Locatelli, Kyriakopoulos.
Allenatore: De Zerbi 6

Inter (3-5-2): Handanovic 5,5; Skriniar 5,5, De Vrij 6, Bastoni 5,5; 6,5 (28′ st Lazaro 5), Gagliardini 5,5, Brozovic 6, Barella 6, Biraghi 6; Lauo Martinez 7,5 (27′ st Politano 5,5), Lukaku 7 (45′ st Vecino sv).
A disposizione: Padelli, Berni, Godin, Ranocchia, Asamoah, Borja Valero, Dimarco, Esposito.
Allenatore: Conte 5,5

: Giacomelli
Marcatori: 2′ Martinez (I), 16′ Berardi (S), 38′ Lukaku (I), 45′ rig Lukaku (I), 26′ st rig. Martinez (I), 29′ st Djuricic (S), 36′ st Boga (S)
Ammoniti: Obiang, Duncan, Magnanelli, Muldur (S); De Vrij, Bastoni, Lazaro (I)

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply